Priorità od ordini di clienti professionali

Nel quarto trimestre del 2009 determinate Borse delle opzioni statunitensi (CBOE, ISE) hanno applicato disposizioni volte a contraddistinguere gli ordini provenienti da un gruppo di clienti pubblici ritenuti "professionali" (ovvero, soggetti o entità aventi accesso a informazioni e/o risorse tecnologiche che consentono loro di negoziare con le stesse modalità impiegate dagli operatori indipendenti) da quelli dei clienti retail.  Secondo quanto previsto da tali disposizioni, tutti i conti dei clienti che non siano operatori indipendenti, e che in un determinato mese immettano una media giornaliera di oltre 390 ordini di opzioni quotate (eseguiti o meno) tra tutte le Borse delle opzioni a vantaggio del/i proprio/i conto/i, saranno classificati come "professionali". Dal momento dell'attuazione iniziale da parte del CBOE e dell'ISE, la maggior parte delle altre Borse delle opzioni statunitensi ha introdotto disposizioni analoghe per contraddistinguere gli ordini aventi provenienza "professionale".

Ai fini della priorità di esecuzione, gli ordini inviati a tali Borse delle opzioni a nome dei clienti ritenuti "professionali" saranno trattati alla stregua degli ordini degli operatori indipendenti; inoltre, saranno soggetti a una commissione di transazione per contratto compresa tra storni di ($0.65) e una tariffa di $1.12 (a seconda della categoria delle opzioni). 

I broker sono tenuti a condurre una verifica trimestrale per identificare i clienti che eccedono la soglia dei 390 ordini in ciascun mese di tale trimestre e devono essere classificati come "professionali" per il trimestre successivo. Si prega di notare che, ai fini di tale disposizione, le singole componenti dello spread non sono considerate ordini singoli, bensì ciascun ordine di spread costituisce in sé un ordine unico. IB provvederà a informare i clienti coinvolti da tali disposizioni.  Si ricorda, inoltre, che il sistema di indirizzamento SmartRouting di IB è progettato per tenere in considerazione tali nuove commissioni di Borsa al momento della scelta dell'indirizzamento.

Per maggiori dettagli, si prega di fare riferimento ai seguenti link:

Circolare regolamentare 2009-179 dell'ISE

Circolare regolamentare RG09-148 del CBOE