Quali formule vengono usate per calcolare il margine sulle opzioni?

Overview: 

Esistono diverse formule per calcolare il requisito di margine sulle opzioni.   La formula utilizzata dipenderà dal tipo di opzione o dalla strategia stabilita dal sistema.  Un numero considerevole di formule dettagliate si applicano a varie strategie.  Per maggiori informazioni su questo argomento ti invitiamo a visitare la home page di IBKR: www.interactivebrokers.com.  Dal menu Trading, seleziona e clicca sulla voce “Margine”.   Una volta nella pagina dedicata ai requisiti di margine seleziona la scheda “Opzioni”.   Qui troverai una tabella con una lista di tutte le strategie possibili e le varie formule utilizzate per calcolare il margine.

Background: 

Quanto descritto sopra vale anche per le opzioni su indice e per i contratti a premio su titoli azionari.  Per quanto riguarda le opzioni su future, il metodo impiegato per la marginazione si chiama SPAN.   Per maggiori informazioni sulla marginazione tramite il sistema SPAM, potrai eseguire una ricerca in questa pagina usando i termini “SPAN” oppure “Margine per opzioni su future”. 

Come vengono calcolati i requisiti di margine per i future e per i future su opzioni?

Overview: 

Le opzioni su future, così come i margini per contratti future, sono regolati attraverso un algoritmo di calcolo noto come “marginazione SPAN”.  Per informazioni sullo SPAN e su come funziona ti invitiamo a consultare il sito web del CME Group www.cmegroup.com.  Nel sito web ufficiale potrai fare una ricerca sullo SPAN e troverai molte informazioni utili su questo argomento e sul funzionamento di questo algoritmo la cui sigla sta per Standard Portfolio Analysis of Risk.  Si tratta di una metodologia altamente sofisticata che calcola i requisiti relativi alla performance delle obbligazioni attraverso un’analisi dei vari scenari ipotetici in base alle diverse possibili condizioni di mercato.

Background: 

In genere ecco come funziona il sistema SPAN:

Lo SPAN valuta il rischio complessivo del portafoglio calcolando la peggiore perdita possibile che un portafoglio con titoli derivati e strumenti fisici possa sostenere in un determinato periodo di tempo (una giornata di contrattazione). Per fare questo il sistema calcola i profitti e le perdite del portafoglio in diverse condizioni di mercato.  Al centro della metodologia vi è la matrice di rischio, una serie di valori numerici che indicano in che modo un dato contratto potrà guadagnare o perdere valore in determinate condizioni. Ogni condizione viene detta “scenario di rischio”. Il valore numerico per ciascun scenario di rischio rappresenta il profitto o la perdita alla quale andrà incontro un determinato contratto per una determinata combinazione di variazione del prezzo (o del prezzo del sottostante, variazione della volatilità e diminuzione al momento della scadenza. 

I file del margine ottenuti con il sistema SPAN vengono inviati dalla borsa valori a IBKR ad intervalli specifici durante tutta la giornata e vengono quindi inseriti in un calcolatore di margine SPAN.  Tutte le opzioni su future continuano ad essere calcolate legate al rischio fino alla loro scadenza oppure alla loro chiusura.  Il fatto che questo tipo di opzione possa essere “out-of-the-money” è ininfluente.  Tutti gli scenari devono tener conto di cosa potrebbe accadere in condizioni di estrema volatilità del mercato e di conseguenza l’impatto sul margine di questo opzioni su future verrà considerato fino a quando sarà presente una posizione su questo tipo di prodotto.  I requisiti di margine SPAN vengono quindi confrontati con gli scenari predefiniti relativi a movimenti estremi di mercato realizzati da IBKR.

Tariffa regolatoria sulle opzioni (Options Regulatory Fee - ORF)

L’ORF è una tariffa prevista dal mercato che la OCC (Options Clearing Corporation) raccoglie da tutti i membri del suo sistema di compensazione, incluso IBKR. Lo scopo di questa tariffa è quella di coprire i costi di del mercato in relazione alla supervisione e regolamentazione del mercato delle opzioni (es. controlli di routine, indagini, elaborazione di politiche regolamentari, legislazione e inoltre attività di interpretazione ed esecuzione delle norme). La tariffa è stata introdotta a metà del 2009 dalla CBOE e dalle piazze affari quali BOX, ISE e PHLX nel gennaio del 2010. Nel maggio del 2011 è stata la volta di AMEX e ARCA mentre nel gennaio del 2012 è toccato al Nasdaq seguito nell’agosto del 2012 dal C2. Nel gennaio del 2013, Miami ha introdotto la tariffa e nell’agosto dello stesso anno è stato il turno di ISE GEMINI. Nel febbraio 2015 alla lista si è aggiunto il BATS e un anno esatto dopo (febbraio 2016) il Nasdaq 2016. Nel 2017 l’ORF è stata introdotta anche da BATS EDGX e da PEARL; infine nel febbraio del 2019 MERCURY e EMERALD hanno introdotto questa tariffa. Attualmente viene valutata sugli ordini dei clienti in un rapporto di 0.02135 USD per contratto statunitense di opzioni presente sui listini secondo i seguenti tassi: 

BORSA VALORI ORF
AMEX 0.0055
ARCA 0.0055
BATS 0.0001
BOX 0.00295
CBOE 0.0017
C2 0.0003
EDGX 0.0001
EMERALD 0.0006
ISE 0.0000
GEMINI 0.0000
MERCURY 0.0004
MIAX 0.0019
NOM 0.0000
NASDAQBX 0.0005
PEARL 0.0018
PHLX 0.0000
Totale 0.02135

Nota bene: La tariffa ORF viene valutata su tutte le transazioni eseguite, sia di acquisto che di vendita, e si applica assieme alla commissione di IBKR e ad altre eventuali commissioni (es. quella relativa alla rimozione della liquidità). La tariffa ORF verrà riportata sul Resoconto Attività sotto la voce "Tariffa regolatoria".

Panoramica su oneri e commissioni

I clienti e i potenziali clienti sono invitati a visitare il nostro sito web dove troveranno descrizioni dettagliate riguardo oneri e commissioni.

In questa pagina vengono illustrati gli oneri e le commissioni più comuni:

1. Commissioni - Le commissioni variano a seconda del tipo di prodotto, della borsa valori e dipendono anche dal tipo di piano tariffario scelto (tutto incluso oppure no). Nel caso dei titoli statunitensi, applichiamo una commissione pari a 0.0005 USD per azione con un trading minimo di 1.00 USD.

2. Interessi - Gli interessi vengono applicati sui saldi di debito relativo ai margini e IBKR utilizza dei benchmark riconosciuti a livello internazionale per i versamenti overnight come base per stabilire i tassi d’interesse. Successivamente applichiamo un differenziale per il tasso d’interesse benchmark (“BM”) in scaglioni degressivi; in questo modo i saldi relativi a grandi quantità di liquidi riceveranno – in maniera proporzionale – tassi migliori e sarà possibile stabilire un tasso effettivo.  Per esempio: nel caso di prestiti denominati in USD, il tasso di riferimento (benchmark) sarà quello della Fed Funds e si applicherà uno spread del 1.5% per i saldi fino a 100,000 USD.  Inoltre i soggetti che vogliono vendere titoli short devono essere al corrente dell’esistenza di oneri speciali in termini di interessi nel caso in cui i titoli presi in prestito per coprire la vendita di titoli short siano considerati “difficili da ottenere in prestito”. 

 3. Oneri di cambio - Anche questa tipologia varia in base al tipo di prodotto e alla borsa valori. Per esempio: nel caso di opzioni su titoli USA, alcune borse valori applicano un onere nel caso di rimozione della liquidità (ordine al meglio oppure un ordine con limite di prezzo marketable) e forniscono pagamenti per ordini che aggiungono liquidità (ordine con limite). Inoltre diverse borse applicano degli oneri su ordini che vengono cancellati o modificati.

4. Dati di mercato - L’iscrizione ai dati di mercato non è obbligatoria, tuttavia nel caso in cui tu abbia chiesto questo servizio, potrai vedere applicato un onere mensile in base al tipo di borsa valori scelto e alla loro offerta di abbonamento. Tramite il nostro strumento, l’Assistente per i Dati di mercato, ti offriamo assistenza nel selezionare gli abbonamenti ai dati di mercato sulla base dei prodotti che vuoi usare per la tua attività di trading. Per accedere a questo strumento ti basterà entrare nel Portale Clienti, cliccare nella sezione Assistenza e selezionare il link per l’Assistente per i Dati di mercato.

5. Onere sull’attività minima mensile - Dato che offriamo servizi per trader attivi, richiediamo a nostri clienti di avere dei conti che generino un minimo di commissioni ogni mese altrimenti verrà applicato un onere sulla differenza tra commissioni generate e il minimo stabilito. Il minimo è di 10 USD mensili.

6. Varie - IBKR consente un prelievo mensile gratuito e applica un onere per ogni prelievo successivo. Inoltre ci sono alcuni oneri relativi alle richieste di trade bust, per l’esercizio di opzioni e/o future & assegnazioni e infine commissioni di custodia sugli ADR (American Depositary Receipt).

Per maggiori informazioni, ti consigliamo di visitare il nostro sito web e selezionare una delle opzioni disponibili nel menu dedicato ai Prezzi.

 

Che cos'è un conto SMA e come funziona?

Overview: 

L’acronimo SMA sta per Special Memorandum Account, ossia una tipologia di conti che non rappresenta il capitale e tantomeno la disponibilità di denaro liquido ma piuttosto una linea di credito creata quando aumenta il valore di mercato dei titoli nel conto a margine Reg.T. Lo scopo di questo tipo di conto è quello di preservare il potere di acquisto fornito da plusvalenze non realizzate rispetto ad acquisti successivi che, in assenza di questo tipo di soluzione, sono garantiti solo prelevando il capitale in eccesso e poi versandolo al momento in cui viene effettuato l’acquisto successivo. In questo senso, l’SMA aiuta a mantenere stabile il valore del conto e riduce al minimo il numero di transazioni di finanziamento superfllue.

Il valore del conto SMA aumenta di pari passo con quello di un titolo che sale ma non avviene l’inverso: quindi l’SMA non diminuirà se scende il valore del titolo. Un conto SMA diminuisce invece quando i titoli vengono acquistati oppure avviene un prelievo di liquidità e l’unica restrizione per quando riguarda l’utilizzo di questo strumento è che gli acquisti successivi o i prelievi non portino il conto al di sotto del livello richiesto per il mantenimento del requisito di margine. Le transazioni per aumentare il valore nei conti SMA includono i versamenti di liquidità, gli interessi sul reddito o i dividendi ricevuti (per intero) oppure tramite la vendita di titoli (50% dei proventi netti). Nota bene: il saldo di un conto SMA rappresenta l’aggregazione in ordine cronologico di ogni voce contabile che ha impatto sul livello a partire dal periodo in cui è stato aperto il conto. Data la durata temporale e il volume che queste voci di solito riescono a comprendere, non è molto pratico stabilire il livello attuale del conto SMA in base ai resoconti quotidiani delle attività. 

Per illustrare in che modo opera un conto SMA, prendiamo il caso di un titolare di conto che decide di versare 5,000 USD e acquistare 10,000 USD in titoli con un valore di prestito del 50% (o requisito di margine uguale 1 – valore di prestito – oppure anche del 50%). I valori del conto prima e dopo questa operazione appariranno nella seguente maniera:

Voce del resoconto
Descrizione
Evento 1 - Versamento iniziale
Evento 2 - Acquisto di titoli
A.
Liquidità
5,000 USD
(5,000 USD)
B.
Valore di mercato della posizione long
0 USD
10,000 USD
C.
Patrimonio netto di liquidazione/EWL* (A + B)
5,000 USD
5,000 USD
D.
Requisito di margine iniziale (B * 50%)
0 USD
5,000 USD
E
Fondi disponibili (C - D)
5,000 USD
0 USD
F.
SMA
5,000 USD
0 USD
G.
Potere d'acquisto
10,000 USD
0 USD

Successivamente immaginiamo che il valore del titolo long aumenti di 12,000 USD. Questo aumento di 2,000 USD del valore di mercato avrà per risultato la creazione di un conto SMA con 1,000 USD. Questo darà la possibilità al titolare del conto di procedere con le seguenti opzioni: 1) comprare altri titoli valutati a 2,000 USD senza versare altri fondi e avere un tasso di margine del 50%; 2) prelevare 1,000 USD in cash, operazione resa possibile finanziando un aumento del saldo di debito se non sono presenti liquidità nel conto. Vedi qui di seguito:

Voce del resoconto
Descrizione
Evento 2 - Acquisto di titoli
Evento 3 - Aumento di titoli
A.
Liquidità
(5,000 USD)
(5,000 USD)
B.
Valore di mercato della posizione long
10,000 USD
$12,000
C.
Patrimonio netto di liquidazione/EWL* (A + B)
5,000 USD
$7,000
D.
Requisito di margine iniziale (B * 50%)
5,000 USD
6,000 USD
E
Fondi disponibili (C - D)
0 USD
1,000 USD
F.
SMA
0 USD
1,000 USD
G.
Potere d'acquisto
0 USD
2,000 dollari

*EWL rappresenta il capitale con il valore di prestito che, in questo esempio, è uguale al patrimonio di liquidazione netto.

Infine va ricordato che un SMA è un concetto Reg. T usato per valutare se i conti con titoli presso IB LLC rispettano i requisiti di margine iniziale overnight. Non si tratta di usare l’SMA per stabilire il rispetto dei requisiti dei margini di mantenimento su base intragiornaliera o overnight. È inoltre escluso che venga usato per stabilire sei i conti commodity rispettano il margine. Per lo stesso principio, i conti con un SMA negativo nel momento in cui entrano in vigore i requisiti di margine iniziale Reg. T o overnight (15:50 ET) saranno soggetti alla liquidazione di posizioni per garantire il rispetto del margine.

 

 

Domande frequenti: titoli soggetti a requisiti speciali

Stiamo vedendo una volatilità molto accentuata per titoli quali GME, AMC, BB, EXPR, KOSS e per altri titoli statunitensi. Questo fenomeno temporaneo ci ha costretti a ridurre la leva finanziaria in offerta per questi titoli e, in alcuni casi, abbiamo dovuto limitare le operazioni di trading alle sole transazioni volte a limitare i rischi di perdite. Qui di seguito troverai le Domande Frequenti su questo argomento.

 

D: Quali sono i limiti circa la mia capacità di fare trading con GME e gli altri titoli soggetti alla recente impennata di volatilità?

R: Attualmente IBKR non sta limitando la capacità dei clienti di fare trading con le azioni di AMC, GME, BB, EXPR, KOSS o altri titoli che sono stati soggetti ad una volatilità di mercato estrema. Ora è quindi possibile inviare ordini per aprire nuove posizioni o chiudere quelle esistenti.

Come molti altri broker, per un breve periodo IBKR ha posto delle opzioni su alcuni titoli in chiusura che di recente sono stati soggetti ad una intensa volatilità di mercato. Questa restrizioni sono state rimosse.

IBKR non ha limitato la capacità dei clienti di chiudere le posizioni esistenti ne intende farlo in futuro.

 

D: Posso usare la marginazione nel trading di titoli, opzioni e altri derivati su questi prodotti attraverso IBKR?

R: IBKR ha aumentato i suoi requisiti di margine per i titoli del GME e altri titoli statunitensi che di recente sono stati soggetti a volatilità. Ciò include fino al 100% di margine richiesto per posizioni long e 300% di margine per posizioni short. Puoi vedere questi requisiti di margine nella tua piattaforma di trading prima di inviare un ordine.

 

D: Perché IBKR ha posto in essere queste restrizioni sulla mia capacità di aprire nuove posizioni su alcuni titoli?

R: IBKR ha posto in essere queste restrizioni per la gestione del rischio, in modo da proteggere l’azienda e i suoi clienti da perdite troppo grandi dovute all’oscillazione dei prezzi in un mercato volatile e altamente instabile.

IBRK nutre serie preoccupazioni circa gli effetti di questa inusuale volatilità che interessa le stanze di compensazione, i broker e gli attori di mercato.

 

D: IBKR o le sue affiliate hanno posizioni su questi tipi di prodotti che stava proteggendo con l’introduzione delle restrizioni?

R: No. IBKR non detiene alcuna posizione su questi titoli.

 

D: In base a quali norme IKBR ha potuto introdurre le restrizioni?

R: In ottemperanza a quanto stabilito nell’accordo con il cliente, IBKR potrà a sua discrezione rifiutare di qualunque ordine che provenga da uno dei suoi clienti.

IBKR ha inoltre il diritto di modificare i margini di requisito per qualunque posizione o nuova posizione in qualunque momento e a sua completa discrezione. Dopotutto IBKR è l’entità che presta i soldi per effettuare il trading con la marginazione.

 

D: Queste restrizioni si applicano a tutti o solo ad alcuni dei clienti di IBKR?

R: Tutte le restrizioni, tutti i limiti sull’apertura di nuove posizioni e gli aumenti di margine, si applicano a tutti i clienti di IBKR. Tali restrizioni sono pensate in base al tipo di titolo e non dipendono dalla tipologia di cliente.

 

D: I soldi che ho investito con IBKR sono a rischio? IBKR ha subito delle perdite?

R: IBKR non ha subito perdite sostanziali. Attraverso una gestione dei rischi molto prudente, IBKR è riuscita a mantenere il controllo nonostante la volatilità di mercato. In ogni caso, grazie ad una base solida, IBG LLC ha un capitale sociale di 9 miliardi di USD, circa 6 miliardi di USD in più oltre i limiti requisiti dagli enti di regolamentazione.

 

D: In futuro quali saranno le iniziative di IBKR? In che modo potrò ricevere informazioni?

R: IBKR continuerà a monitorare gli sviluppi della situazione nel mercato e prenderà decisioni sulla base delle condizioni del mercato. Per tutti gli ultimi aggiornamenti ti invitiamo a consultare il nostro sito web.

FAQs: Securities subject to Special Requirements

We are seeing unprecedented volatility in GME, AMC, BB, EXPR, KOSS and a small number of other U.S. securities that has forced us reduce the leverage previously offered to these securities and, at times, limit trading to risk reducing transactions. Outlined below are a series of FAQs relating to these actions.

 

Q: Are there any current restrictions on my ability to trade GME and the other US securities that have been subject to the recent heightened volatility?

A: IBKR is currently not restricting customers from trading shares of AMC, GME, BB, EXPR, KOSS or the other stocks that have been the subject of extreme market volatility. That includes orders to open new positions or close existing ones.

Like many brokers, IBKR placed limits on opening new positions in certain of these securities for a period of time. Those restrictions have since been lifted.

IBKR has not restricted customers’ ability to close existing positions and does not plan to do so.

 

Q: Can I use margin in trading stocks, options or other derivatives on these products through IBKR?

A: IBKR has increased its margin requirements for securities in GME and the other US securities subject to the recent volatility, including up to 100% margin required for long positions and 300% margin on the short side. You can see these margin requirements in your trading platform prior to submitting an order.

 

Q: Why did IBKR place these restrictions on my ability to open new positions in certain securities?

A: IBKR took these actions for risk management purposes, to protect the firm and its customers from incurring outsized losses due to wild swings in prices in a volatile and unstable marketplace.

IBKR remains concerned about the effect of this unnatural volatility on the clearinghouses, brokers and market participants.

 

Q: Does IBKR or its affiliates have positions in these products that it was protecting by placing these restrictions?

A: No. IBKR itself has no proprietary positions in any of the securities.

 

Q: What allowed IBKR to place those restrictions?

A: Pursuant to its customer agreement, IBKR may decline to accept any customer’s order at IBKR’s discretion.

IBKR also has the right to modify margin requirements for any open or new positions at any time, in its sole discretion. After all, IBKR is the one whose money is being loaned in a margin trade.

 

Q: Did those restrictions apply to all or just some of IBKR’s customers?

A: All restrictions – all limits on opening new positions and margin increases – applied to all IBKR customers. They were placed based on the security, not based on the customer.

 

Q: Is my money at IBKR at risk? Has IBKR suffered material losses?

A: IBKR did not incur substantial losses. Through its prudent risk management, IBKR has navigated this market volatility well. In any event, on a consolidated basis, IBG LLC exceeds $9 billion in equity capital, over $6 billion in excess of regulatory requirements.

 

Q: What will IBKR do going forward? How will I know?

A: IBKR will continue to monitor developments in the market, and will make decisions based on market conditions. For current information, please continue to visit our website.

Come vengono stabiliti i prezzi di chiusura per le opzioni di titoli quotati statunitensi?

I prezzi che IB utilizza per le opzioni di titoli quotati statunitensi alla chiusura giornaliera delle contrattazioni (sia sull’applicazione TWS che nei comunicati) provengono dalla Options Clearing Corporation (OCC).  In quanto unica stanza di compensazione per questo tipo di prodotti, la OCC genera il prezzo di chiusura per ciascun contratto relativo alle opzioni in modo da poter calcolare il margine richiesto ai propri membri (in questo caso IB), per conto dei quali garantisce la solvibilità e l’integrità del mercato. La OCC inoltre fornisce gli scenari di rischio utilizzati dai broker che gestiscono conti a margine di portafoglio.

È importante considerare che i prezzi generati dalla OCC vengono modificati e potrebbero non riflettere il prezzo di chiusura secondo quanto diffuso dalle parti coinvolte negli scambi.  I prezzi vengono modificati essenzialmente perché non esiste una sola quotazione per le opzioni, molte delle quali sono quotate su più listini e scambiate in 7 borse d’affari (potrebbero quindi esserci, ogni giorno, 7 prezzi differenti tra cui dover scegliere quello ufficiale).  Per questo la OCC crea un prezzo unico alla chiusura delle contrattazioni che è coerente, in teoria, con quanto avvenuto in tutte le borse d’affari. Questo prezzo viene inoltre ricontrollato per garantire che non vi siano condizioni di arbitraggio relative ai prezzi di esercizio o al tempo. 

Per la creazione dei prezzi, la OCC considera per prima cosa il punto medio fra il prezzo d’acquisto più alto e il prezzo di offerta più basso su tutti i listini di scambio, stabilendo la volatilità implicita e successivamente smussando la curva di volatilità implicita (considerando fattori quali classe, tipo e scadenza di una data opzione) attraverso un processo iterativo che a sua volta regola i “mark price” di una opzione. Per alcune opzioni deep oppure deep out of the money vengono applicate delle regole speciali per limitare la volatilità. Una volta compiute queste operazioni il prezzo risultante viene esteso a 6 cifre decimali.  Visto il costo operativo del calcolo di prezzi modificati attraverso l’intera gamma delle opzioni, questo procedimento può essere effettuato soltanto una volta al giorno, alla chiusura del mercato.

Perché ho ricevuto notizie sull’assegnazione della mia posizione su opzioni di titoli statunitensi con un giorno di ritardo?

Overview: 

Il procedimento di notifiche di esercizio per le opzioni americane relative a giorni diversi dalla data di scadenza non viene effettuato in tempo reale ma fa parte di una serie di processi che vengono effettuati di notte dalla Options Clearing Corporation (OCC).  Il procedimento per definizione risulta avere un ritardo nella notifica di almeno un giorno per il cliente assegnatario. Le fasi del procedimento sono le seguenti: 

  • La OCC di norma consente ai propri membri di inviare in forma digitale notifiche di esercizio per conto dei propri clienti che hanno una posizione lunga per tutta la giornata. In genere questo è possibile fino all’inizio del procedimento serale (Giorno E). 
  • Durante il procedimento di posizionamento serale, la OCC assegna in maniera casuale l’esercizio delle notifiche ricevute all’interesse espresso dai propri membri. L’informazione viene poi resa nota dalla OCC ai questi ultimi nelle prime ore del mattino successivo al procedimento (Giorno E+1). 
  • Nel momento in cui l’informazione è stata resa nota, le aziende registrate presso le stanze di compensazione come IBKR hanno già completato il procedimento dell’attività di trading di un determinato giorno in modo da poter fornire tempestivamente ai propri clienti i comunicati e informazioni riguardanti margini e regolamenti per contanti.  Inoltre, dato che la OCC gestisce le posizioni dei clienti appartenenti alle aziende ad essa iscritte in maniera del tutto anonima (e non essendo quindi a conoscenza dell’identità dei singoli clienti ma solo della compagnia che fa trading) le aziende iscritte alla stanza di compensazione devono a loro volta eseguire procedimento casuale per assegnare quelle notifiche di esercizio ai clienti che detengono una posizione short in una data serie di opzioni. 
  • IBKR riceve le notifiche di assegnazione dalla OCC e completa il procedimento casuale di assegnazione. Una volta terminato, le assegnazioni verranno rese note attraverso la Trader Workstation dei conti interessati e saranno inoltre visibili nel comunicato sulle attività giornaliere entro la chiusura della stessa giornata (E+1). 

Inoltre, per via della sequenza del procedimento e dato che un’opzione lunga potrebbe ancora avere del valore temporale, IBKR non può garantire automaticamente la notifica di esercizio alla OCC per un’opzione lunga spread contro la posizione short assegnata come strumento di compensazione per il conseguente obbligo di consegna. 

I titolari di conti dovranno fare riferimento al documento informativo dal titolo “Caratteristiche e rischi delle opzioni standardizzate” fornito da IBKR ad ogni cliente che abbia i requisiti per acquistare o vendere opzioni al momento della richiesta di iscrizione.  Il documento indica chiaramente quali sono i rischi dell’assegnazione ed è anche disponibile online sul sito della OCC.

Syndicate content