Domande frequenti sul Programma di ottimizzazione del rendimento

Qual è l'obbiettivo del Programma di ottimizzazione del rendimento?
Il Programma di ottimizzazione del rendimento rappresenta un’opportunità per i nostri clienti di un guadagno aggiuntivo sulle posizioni relative a titoli che sarebbero altrimenti segregati (ossia titoli interamente liberati e con margine in eccesso) e per i quali invece IBKR riceve il permesso di prestarli a terzi. I clienti che partecipano al programma riceveranno liquidità in garanzia per assicurare la restituzione del prestito azionario alla scadenza così come dell’interesse sulla garanzia in contanti fornita dal prestatore per tutta la durata –in giorni– del prestito.

 

Quali sono i titoli pagati interamente e quelli con margine in eccesso?
I titoli interamente liberati sono titoli presenti nel conto di un cliente che sono stati pagati per intero. I titoli con margine in eccesso sono titoli che non sono stati pagati per intero ma il cui valore di mercato super del 140% il saldo del margine di deficit di un cliente.

 

In che modo il cliente riceverà un guadagno per una qualsiasi transazione di prestito tramite il Programma di ottimizzazione del rendimento?
Il guadagno ricevuto dal cliente in cambio del prestito di azioni dipenderà dai tassi di prestito stabiliti nel mercato del prestito di azioni over-the-counter. Questi tassi possono variare in maniera notevole e non solo in base ad uno specifico titolo prestato, ma anche rispetto alla data del prestito. In generale IBKR paga l’interesse dei partecipanti sulla garanzia in contanti ad un tasso che si avvicina al 50% dell’ammontare guadagnato da IBKR per il prestito delle azioni. Per esempio: IBKR guadagna il 15% di reddito annuale per il prestito di azioni con un valore di 10,000 USD e invia 10,000 USD di garanzia in contanti sul conto di un partecipante. In questo caso il tasso di interesse giornaliero che IB versa ad un partecipante nella garanzia in contanti sarebbe di 2,08 USD.

 

In che modo viene stabilito l’ammontare della garanzia in contanti per un determinato prestito?
La garanzia in contanti sottostante il titolo prestato e usata per stabilire il pagamento degli interessi viene determinata utilizzando un metodo convenzionale del settore finanziario: il prezzo di chiusura di un titolo viene moltiplicato per una data percentuale (in genere fra il 102-105%) e poi arrotondata per eccesso in dollari/cent/pence/etc. Esistono differenti convenzioni nel settore a seconda della valuta utilizzata. Esempio: il prestito di 100 azioni di un titolo in dollari che ha chiuso a 59.24 USD sarà uguale a 6,100 USD (ossia 59.24 USD x 1.02 = 60.4248 USD; arrotondato per eccesso a 61 USD e poi moltiplicato per 100). Qui di seguito uno schema che illustra le diverse convenzioni nel settore finanziario a secondo della valuta:

USD 102%; arrotondato per eccesso alla cifra intera più vicina al dollaro canadese
CAD 102%; arrotondato per eccesso alla cifra intera più vicina al dollaro canadese
EUR 105%; arrotondato per eccesso alla cifra intera più vicina all'euro
CHF 105%; arrotondato per eccesso alla cifra intera più vicina al centesimo (rappen) di franco svizzero
GBP 105%; arrotondato per eccesso alla cifra intera più vicina al pence
HKD 105%; arrotondato per eccesso alla cifra intera più vicina al centesimo di dollaro di Hong Kong

Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l’articolo KB1146.

 

In che maniera fattori quali le vendite di tipo “long”, il trasferimento di titoli prestati attraverso il Programma di ottimizzazione del rendimento oppure la cancellazione dal programma possono influenzare gli interessi?

Gli interessi smettono di maturare a partire dal giorno lavorativo successivo a quello del trading (T+1). Gli interessi inoltre smettono di maturare il giorno lavorativo successivo al trasferimento dell’ordine o al giorno in cui ci si cancella dal programma.

 

Quali sono i requisiti per essere idonei alla partecipazione nel Programma di ottimizzazione del rendimento di IBKR?

ENTITÀ IDONEE
IB LLC
IB UK (esclusi i conti SIPP)
IB IE
IB CE
IB HK
IB Canada (esclusi i conti RRSP/TFSA)

 

TIPOLOGIE DI CONTO IDONEE
Conto di liquidità (capitale minimo superiore ai 50,000 USD al momento dell’iscrizione)
Conto a margine
Conto cliente per Client Accounts*
Conto Introducing Broker: sia per broker confidenziali che per broker non confidenziali*
Conto Introducing Broker Omnibus
Conti con limite di trading indipendente (STL)

*I conti iscritti al programma devo rispettare i criteri relativi al capitale minimo necessario per un conto a margine o un conto liquidità.

I clienti di IB Japan, IB Europe SARL, IBKR Australia e IB India non sono ritenuti idonei. I clienti giapponesi e indiani che hanno conti presso IB LLC sono invece ritenuti idonei.

Inoltre i conti cliente per Financial Advisor, quelli per IB Broker confidenziale e i conti Omnibus che rispettano i criteri stabiliti potranno partecipare al programma. Nel caso dei conti confidenziali IBrokers, saranno i clienti stessi a dover firmare gli accordi. Per i conti Omnibus invece sarà il broker a firmare l’accordo.

 

I conti IRA rispondono ai criteri per poter partecipare al Programma di ottimizzazione del rendimento?
Sì.

 

Le partizioni di conti IRA gestite da Interactive Brokers Asset Management possono partecipare al Programma di ottimizzazione del rendimento?
No.

 

I conti UK SIPP possono partecipare al Programma di ottimizzazione del rendimento?
No.

 

Come posso fare per iscrivermi al Programma di ottimizzazione del rendimento?
I clienti idonei che desiderano iscriversi al Programma di ottimizzazione del rendimento potranno optare per questa opzione dalle Impostazioni Conto nel menu Impostazioni. Basterà cliccare sull’icona dell’ingranaggio accanto alle parole “Permessi di trading”. Quindi sarà sufficiente selezionare la spunta del quadrato che riporta la dicitura “Ottimizzazione del rendimento” in alto sotto la voce “Programmi di trading. Cliccare infine su “CONTINUA” e completare le richieste riguardo eventuali accordi/informative.

 

Cosa succede se il capitale di un cliente che possiede un conto di liquidità scende al di sotto della soglia richiesta (50,000 USD)?
Il conto di liquidità deve rispettare il capitale minimo richiesto esclusivamente al momento dell’iscrizione al programma. Se successivamente il capitale dovesse scendere al di sotto della soglia, non ci saranno conseguenze sui prestiti esistenti o sulla capacità di avviarne di nuovi.

 

Come fare per concludere la partecipazione al Programma di ottimizzazione del rendimento?

I clienti che desiderino concludere la partecipazione al Programma di ottimizzazione del rendimento potranno farlo accedendo alla Gestione Conto e selezionare il menu Impostazioni e poi la voce “Impostazioni Conto”. Basterà cliccare sull’icona dell’ingranaggio accanto alle parole “Permessi di trading”. Quindi sarà sufficiente rimuovere la spunta dal quadrato che riporta la dicitura “Programma di ottimizzazione del rendimento” nella sezione “Permessi di trading”. Cliccare infine su “CONTINUA” e completare le richieste riguardo eventuali accordi/informative. Le richieste di questo tipo di solito vengono processate alla fine della giornata lavorativa.

 

Se un conto viene iscritto e successivamente viene cancellato dal programma, quando sarà possibile effettuare nuovamente l’iscrizione?
Dovrà passare un minimo di 90 giorni. Dopo tale periodo sarà possibile iscrivere nuovamente il conto.

 

Quali tipi di posizioni sui titoli è possibile prestare?

Mercato USA Mercato UE Mercato di Hong Kong Mercato del Canada
Azioni ordinarie (quotate in borsa, PINK e OTCBB) Azioni ordinarie (quotate in borsa) Azioni ordinarie (quotate in borsa) Azioni ordinarie (quotate in borsa)
ETF ETF ETF ETF
Azioni privilegiate Azioni privilegiate Azioni privilegiate Azioni privilegiate
Obbligazioni societarie*      

*I bond municipali non sono idonei.

 

Ci sono restrizioni sul prestito di titoli che vengono scambiati nel mercato secondario a seguito di un’offerta pubblica iniziale?
No, a condizione che IBKR non faccia parte del gruppo che effettua la vendita.

 

In che modo IBKR determina l’ammontare delle azioni idonee per il prestito?
Il primo passo è quello di stabilire il valore dei titoli, se del caso, per i quali IBKR mantiene un’ipoteca di margine e che la compagnia può prestare senza la partecipazione del cliente nel Programma di ottimizzazione del rendimento. Uno broker che finanzi l’acquisto di titoli per conto di un cliente attraverso un prestito a margine ha, in base alla normativa, la facoltà di dare in prestito oppure impegnare come garanzia i titoli del suo cliente per un ammontare che può raggiungere il 140% del saldo di credito liquido. Per esempio, se un cliente ha un saldo liquido di 50,000 USD e acquista titoli per un valore di mercato di 100,000 USD, il saldo di debito (o di prestito) sarà di 50,000 USD e il broker ha un’ipoteca del 140% di quel saldo oppure 70,000 USD in titoli. L’espressione “titoli con margine in eccesso” indicherà qualunque titolo detenuto dal cliente in eccesso rispetto a quell’ammontare (30,000 USD nel caso dell’esempio illustrato) e questi titoli devono essere segregati a meno che il cliente non fornisca a IB l’autorizzazione al prestito tramite il Programma di ottimizzazione del rendimento.

Il saldo di debito viene stabilito convertendo tutti i saldi liquidi in valute diverse dal dollaro americano (USD) e successivamente uscendo da qualunque vendita allo scoperto (convertiti in dollari americani se necessario). Se il risultato è negativo, IB potrà liberare fino al 140% di quella cifra negativa. Inoltre i saldi liquidi mantenuti nei segmenti commodity oppure per spot metalli e CFD non verranno presi in considerazione.

ESEMPIO 1. Un cliente ha una posizione long di 100,000 EUR in un conto che ha come valuta di base il dollaro americano e con un tasso EUR/USD del 1,40. Il cliente acquista titoli in USD per il valore di 112,000 USD (equivalenti a 80,000 EUR). Tutti i titoli vengono considerati interamente liberati in quanto il saldo di liquidità convertito in USD è un debito.

Componente EUR USD Valuta base (USD)
Liquidità 100,000 (112,000) 28,000 USD
Titoli long   112,00 USD 112,000 USD
VLN     140,000 USD

ESEMPIO 2. Un cliente ha: una disponibilità liquida di 80,000 USD; possiede una posizione long di 100,000 USD e una short di 100,000 USD. I titoli long per un totale di 28,000 USD sono ritenuti titoli a margine e la somma rimanente di 72,000 USD rappresenta i titoli con margine in eccesso. Questa cifra viene stabilita sottraendo i proventi dei titoli short dal saldo di liquidità (80,000 USD -100,000 USD) e moltiplicando il debito per 140% (20,000 USD x 1.4 = 28,000 USD).

Componente Valuta base (USD)
Liquidità 80,000 USD
Titoli long 100,000 USD
Titoli short (100,000 USD)
VLN 80,000 USD

 

IBKR darà in prestito tutte le azioni ritenute idonee?
Non ci sono garanzie riguardo il fatto che tutte le azioni ritenute idonee in un conto verranno prestate attraverso il Programma di ottimizzazione del rendimento in quanto potrebbe non esserci un mercato con un tasso vantaggioso per alcuni titoli oppure IBKR potrebbe non avere accesso al mercato con dei prestatori disponibili e infine IBKR potrebbe decidere di non voler prestare le tue azioni.

 

I prestiti del Programma di ottimizzazione del rendimento vengo fatti solo in incrementi di 100?
No. I prestiti possono avvenire in qualunque quantità intera di azioni sebbene esternamente prestiamo soltanto in multipli di 100 azioni. Esiste perciò la possibilità per noi di prestare 75 azioni da un cliente e 25 da un altro, nel caso in cui la domanda esterna sia di ottenere in prestito 100 azioni.

 

Come vengono allocati i prestiti fra clienti quando l’offerta di azioni disponibili per il prestito eccede la domanda?
Nel caso in cui la domanda per il prestito di un certo titolo sia inferiore all’offerta di azioni disponibili al prestito dei partecipanti al nostro Programma di ottimizzazione del rendimento, i prestiti verranno allocati su base pro rata (ad esempio, se l’offerta aggregata è di 20,000 e la domanda è pari a 10,000 ciascun cliente avrà la possibilità di prestare il 50% delle sue azioni).

 

Le azioni verranno prestate solo ad altri clienti di IBKR oppure anche a terzi?
Le azioni potranno essere prestate a una controparte qualsiasi, questa operazione non è limitata ai soli clienti di IBKR.

 

Chi partecipa al Programma di ottimizzazione del rendimento può stabilire quali azioni di IBKR verranno prestate?
 No. Il programma è interamente gestito da IBKR. La nostra compagnia anzitutto determina quali titoli prestare, titoli che è autorizzata in virtù dell’ipoteca sul prestito a margine. In un secondo momento, a discrezione di IBKR, verrà stabilito quali dei titoli interamente liberati o quelli a margine in eccesso sarà possibile prestare e per quali avviare un prestito.

 

Ci sono restrizioni sulla vendita di titoli che sono stati prestati attraverso il Programma di ottimizzazione del rendimento?
Le azioni prestate possono essere vendute in qualsiasi momento e senza alcuna restrizione. Le azioni non devono essere restituite in tempo per il regolamento della vendita e i proventi della vendita vengono accreditati sul conto del cliente secondo la normale data di regolamento. Inoltre, il prestito verrà terminato all’apertura del giorno lavorativo successivo al giorno in cui è stato venduto il titolo.

 

Un cliente ha la facoltà di scrivere call coperte su titoli che sono stati prestati attraverso il Programma di ottimizzazione del rendimento e ricevere il trattamento di margine per una call coperta?
Sì. Il prestito di un titolo non ha alcun impatto sui requisiti di margine su base scoperta o hedge, questo perché il prestatore trattiene l’esposizione a qualunque perdita o guadagno associati con la posizione prestata.

 

Cosa accade al titolo che è soggetto ad un prestito e che successivamente viene consegnato contro un’assegnazione call o un esercizio put?
Il prestito verrà terminato sul T+1 dell’azione (trade, assegnazione, esercizio) che ha chiuso o ridotto la posizione.

 

Cosa succede ad un titolo che è soggetto ad un prestito e successivamente viene sospeso dal trading?
Un’interruzione non ha alcun impatto diretto sulla capacità di prestare il titolo e fino a quando IBK potrà continuare a prestare il titolo, questo prestito rimarrà valido indipendentemente dalla sospensione del titolo.

 

La liquidità in garanzia per un prestito può essere tolta al segmento commodity per coprire un margine e/o una variazione?
No. La liquidità in garanzia che assicura un prestito non ha alcun impatto sul margine o sul finanziamento.

 

Cosa succede se uno dei partecipanti al programma avvia un presto a margine o aumenta il saldo di prestito esistente?
Se un cliente detiene dei titoli interamente liberati che sono stati prestati attraverso il Programma di ottimizzazione del rendimento e successivamente avvia un prestito a margine, il prestito verrà terminato in quanto i titoli non sono considerati come titoli con margine in eccesso. Per lo stesso principio, se un cliente detiene titoli con margine in eccesso che sono stati prestati attraverso il Programma e aumenta il prestito a margine esistente, il prestito potrà essere terminato nella misura in cui i titoli non sono più idonei per essere considerati come titoli di margine in eccesso.

 

In quali circostanze verrà terminato il prestito di un determinato titolo?
Questo avverrà automaticamente qualora si verificasse uno dei seguenti casi:

- Se il cliente decide di porre fine alla sua partecipazione al programma
- Trasferimento di azioni
- Prestito di un certo numero di azioni
- Vendita delle azioni
- Assegnazione call/esercizio put
- Chiusura del conto

 

I partecipanti al Programma di ottimizzazione del rendimento riceveranno i dividendi sulle azioni prestate?
Le azioni del Programma di ottimizzazione del rendimento che vengono prestate vengono in genere tolte al cliente che le ha prese in prestito prima della data di stacco della cedola in modo da poter ottenere il dividendo ed evitare dei pagamenti in lieu (PIL) dei dividendi.

 

I partecipanti al Programma di ottimizzazione del rendimento mantengono i diritti di voto per le azioni prestate?

No. Il cliente che prende in prestito i titoli ha il diritto di votare o fornire il consenso per i titoli se la data di iscrizione oppure la scadenza per la votazione (o per dare il proprio consenso o qualunque altra azione) cadono nei termini di durata del prestito.

 

I partecipanti al Programma di ottimizzazione del rendimento ricevono diritti, warrant e azioni spin-off sulle azioni prestate?

Sì. Il prestatore dei titoli riceverà qualunque diritto, warrant, azioni spin-off e distribuzioni effettuate sui titoli prestati.

 

Come vengono rappresentati i prestiti nei resoconti sull’attività?

Le garanzie per i prestiti, azioni in sospeso, le attività e i redditi vengono riportati nelle seguenti 6 sezioni del resoconto:


1. Resoconto Liquidità – indica il saldo di liquidità a garanzia iniziale, la variazione netta risultante dall’attività di prestito (di segno positivo se dei nuovi prestiti vengono avviati; negativo, in caso di redditi netti) e il saldo di liquidità finale.

 

2. Sintesi Posizioni sui titoli – Per ciascun titolo viene indicato il numero totale di azioni nel conto IBKR, il numero di azioni avute in prestito, il numero di azioni prestate e le azioni nette (=azioni presso IB + azioni avute in prestito – azioni prestate). 

 

3. Titoli gestiti da IB dati in prestito –per ciascun titolo ceduto in prestito tramite il Programma di ottimizzazione del rendimento delle azioni elenca la quantità di azioni cedute in prestito e il tasso d'interesse (%). 

 

4. Attività di cessione in prestito titoli gestiti da IB – indica i dettagli dell'attività di prestito di ciascun titolo, compresi le allocazioni del rendimento del prestito (ovvero, i prestiti terminati); le nuove allocazioni (ovvero, i prestiti disposti); la quantità di azioni; il tasso d'interesse netto (%); il tasso d'interesse sulla garanzia del cliente (%) e l'importo della garanzia. 

 

5. Informazioni su interessi relativi ai titoli gestiti da IB dati in prestito – indica i dettagli in base al singolo prestito, compresi il tasso d'interesse maturato da IB (%); il reddito percepito da IB (rappresenta il reddito complessivo percepito da IB dal prestito, equivalente a {importo della garanzia * tasso d'interesse}/360); il tasso d'interesse sulla garanzia del cliente (rappresenta circa metà del reddito percepito da IB sul prestito) e l'interesse corrisposto al cliente (rappresenta il reddito da interessi percepito sulla garanzia del cliente).

Nota: questa sezione non sarà visualizzata se l'interesse maturato percepito dal cliente eccede la cifra di 1 dollaro per il periodo del rendiconto.   

 

6. Interessi maturati – il reddito da interessi è calcolato qui come interesse maturato e trattato come qualunque altro interesse maturato (aggregato ma visualizzato solamente come maturazione se eccedente la cifra di 1 dollari e registrato sulla liquidità mensile). Ai fini della dichiarazione di fine anno, questo reddito da interessi sarà registrato sul modulo 1099 emesso per i contribuenti statunitensi.

 

Perché il "prezzo" dei titoli difficili da prestare non corrisponde al prezzo di chiusura di un titolo?

Nel determinare l’entità del versamento in denaro liquido richiesto come garanzia in contanti per prendere in prestito una posizione, la convenzione del settore finanziario prevede che il prestatore faccia un versamento pari al 102% del prezzo di regolamento del giorno lavorativo precedente, la cifra viene quindi arrotondata per eccesso e poi moltiplicata per numero di azioni prese in prestito. I tassi di prestito vengono stabiliti in base al valore del prestito a garanzia, questa convenzione ha un impatto sul costo del mantenimento di una posizione short (al ribasso), nello specifico l’effetto più significativo è per le azioni con prezzo basso o difficili da prestare. Nota bene: il calcolo per le azioni non denominate in dollari sarà differente. La tavola qui di seguito riassume i calcoli per ciascuna valuta:

Valuta Metodo di calcolo
USD 102%; arrotondato al dollaro più vicino
CAD 102%; arrotondato al dollaro canadese più vicino
EUR 105%; arrotondato al centesimo di euro più vicino
CHF 105%; arrotondato al centesimo (rappen) del franco svizzero più vicino
GBP 105%; arrotondato al pence più vicino
HKD 105%; arrotondato al centesimo più vicino

 

I titolari di conti potranno visualizzare il prezzo adattato per una data transazione nella sezione “Informazioni su azioni non dirette difficili da prestare” presente nel resoconto giornaliero delle attività. Qui di seguito vengono illustrati due esempi di calcoli della garanzia e dell’impatto sulle commissioni per il prestito.

 

Esempio 1

Un cliente vende allo scoperto 100,000 azioni del titolo ABC al prezzo di 1,50 USD

Ricavi della vendita allo scoperto= 150,000 USD

Poniamo il caso in cui il prezzo di ABC scenda fino a 0,25 USD e la commissione di assunzione in prestito del titolo abbia un tasso del 50%.

 

Calcolo della garanzia per titolo short

Prezzo = 0.25 x 102% = 0.255; arrotondare a 1.00 USD

Valore = 100,000 azioni x 1.00 USD = 100,000.00 USD

Commissione di assunzione in prestito = 100,000 USD x 50% / 360 giorni in un anno =138.89 USD al giorno

Posto che il saldo di bilancio del titolare del conto non include i ricavi da nessun’altra transazione di vendita allo scoperto, allora la commissione di assunzione in prestito non verrà attivata da un interesse di credito sui ricavi della vendita allo scoperto. Questo perché il saldo non supera il minimo fissato a 100,000 USD, ossia la soglia del Livello 1 che è necessario superare per maturare interessi.

 

Esempio 2 (titolo denominato in EUR)

Un cliente vende allo scoperto 100,000 azioni del titolo ABC al prezzo di 1,50 EUR

Poniamo che il prezzo di chiusura del giorno precedente sia di 1,55 EUR e che la commissione di assunzione in prestito del titolo abbia un tasso del 50%.

Calcolo della garanzia per titolo short

Prezzo = 1,55 EUR x 105% = 1.6275; arrotondare a 1.63 EUR

Valore = 100,000 azioni x 1.63 = 163,000.00 EUR

Commissione di assunzione in prestito = 163,000 EUR x 50% / 360 giorni in un anno = 226,38 EUR al giorno

 

** Nota bene: il sabato e la domenica vengono considerati come il venerdì e dunque si considererà il prezzo di regolamento del giovedì per il calcolo del versamento richiesto.

Metodo di calcolo per la determinazione dei tassi effettivi

PREMESSA

Per determinare il tasso d'interesse corrisposto ai titolari di conto sui saldi di liquidità a credito e il tasso loro applicato ai saldi a debito, a ciascuna valuta viene assegnato un benchmark o tasso di riferimento. Il tasso di riferimento è stabilito a partire dai tassi d'interesse di mercato a breve termine, ma limitato al di sopra/sotto dei fixing dei benchmark ampiamente utilizzati. Il presente documento illustra la modalità in cui sono stabiliti i tassi effettivi.


Tassi di riferimento

I tassi di riferimento sono stabiliti tramite una procedura in tre passaggi a partire dai tassi d'interesse impliciti di mercato, che sono limitati al di sopra/sotto dei fixing dei benchmark tradizionali.

1. Tassi impliciti di mercato
Nella determinazione dei prezzi di mercato ci basiamo sui mercati forex swap a breve termine. Dato che la maggior parte delle transazioni implica il dollaro USA, i prezzi forex swap delle valute rispetto al dollaro USA saranno campionati nel corso di un periodo di tempo prestabilito, denominato "arco temporale del fixing", destinato a essere rappresentativo degli orari liquidi e del quantitativo scambiato. La specifica durata dello swap e gli archi temporali del fixing usati dipendono dalla valuta. I tassi impliciti a breve termine non in USD (generalmente overnight (T/T+1, Tom Next (T+1/T+2) o Spot Next (T+2/T+3)) saranno calcolati usando i migliori corsi denaro e lettera provenienti da un gruppo comprendente fino a 12 delle maggiori banche attive nella negoziazione di forex. Alla chiusura dell'arco temporale del fixing, questi calcoli saranno effettuati ignorando i più elevati e i più bassi e calcolando una media di quelli restanti per stabilire il tasso di fixing implicito di mercato.

2. Fixing dei benchmark tradizionali
Per quanto riguarda i benchmark tradizionali, ci basiamo sui fixing. Questi tassi sono spesso stabiliti da un'indagine sulle banche o da transazioni reali. Il tasso interbancario di offerta sulla piazza di Londra (LIBOR - London Interbank Offered Rate), per esempio, è stabilito effettuando un'indagine su un gruppo di banche in merito al tasso al quale potrebbero assumere in prestito fondi da altre banche in un determinato momento di ciascuna giornata.

3. Tassi di riferimento
I tassi di riferimento finali sono, quindi, stabiliti usando il tasso implicito di mercato, come descritto al punto 1, ma limitato di uno specifico importo al di sopra/sotto del fixing del benchmark tradizionale, come descritto al punto 2. I limiti possono variare in qualunque momento senza esplicito preavviso e sono indicati nella tabella 5 sottostante insieme al relativo fixing delle valute e dei benchmark.

Esempi
a. Si ipotizzi un tasso overnight implicito di mercato per il GBP dello 0.05%. Il fixing overnight del Libor per il GBP è lo 0.20%. Il tasso effettivo è, quindi, equivalente al tasso implicito di mercato dello 0.05%, che è tuttora entro il limite dello 0.25% del fixing del Libor allo 0.20%
b. Se, per esempio, il tasso implicito di mercato per il CNH fosse il 1.1%, ma il fixing dello stesso periodo fosse stato il 1.5%, allora, il tasso effettivo sarebbe limitato al di sotto dello 0.25% del fixing del benchmark al 1.25% (fixing del 1.5% - limite dello 0.25%).

Nota: limiti massimi e minimi (possono variare in qualunque momento senza esplicito preavviso)

Valuta Descrizione del benchmark Limite minimo2 Limite massimo2
USD Fed fund effettivi (tasso overnight)  0.00% 0.00%
USD 11:00 GMT USD LIBOR (usato solo per le tariffe di assunzione in prestito di USD-CFD, oro e argento)  0.00% 0.00%
AUD RBA Daily Cash Rate Target  1.00% 1.00%
CAD Tasso di prestito overnight della Bank of Canada  1.00% 1.00%
CHF LIBOR sul franco svizzero (tasso Spot-Next) 1.00% 1.00%
CNY/CNH Tasso di fixing overnight CNH HIBOR (TMA) 3.00% 3.00%
CZK PRIBOR (Prague ON Interbank Offered Rate) 1.00% 1.00%
DKK Indice danese Tom/Next 1.00% 1.00%
EUR EONIA (Euro Overnight Index Average) 1.00% 1.00%
GBP GBP LIBOR (tasso overnight) 1.00% 1.00%
HKD HKD HIBOR (tasso overnight) 1.00% 1.00%
HUF Budapest Interbank Offered Rate 1.00% 1.00%
ILS Tel Aviv Interbank Offered O/N Rate 1.00% 1.00%
INR Tasso di base della Central Bank of India 0.00% 0.00%
JPY JPY LIBOR (tasso Spot-Next) 1.00% 1.00%
KRW KORIBOR sul won coreano (1 settimana) 0.00% 0.00%
MXN Mexican Interbank TIIE (tasso a 28 giorni) 3.00% 3.00%
NOK Norwegian Overnight Weighted Average 1.00% 1.00%
NZD New Zealand Dollar Official Cash Daily Rate 1.00% 1.00%
PLN WIBOR (Warsaw Interbank Overnight Rate) 1.00% 1.00%
RUB RUONIA (Ruble Overnight Index Average) 3.00% 3.00%
SEK SEK STIBOR (tasso overnight) 1.00% 1.00%
SGD Tasso SOR sul dollaro di Singapore (swap overnight) 1.00% 1.00%
TRY TRLIBOR (Turkish Lira Overnight Interbank Offered Rate) 3.00% 3.00%
ZAR South Africa Benchmark Overnight Rate on Deposits (Sabor) 3.00% 3.00%

  

2 I limiti massimi e minimi o le deviazioni del tasso effettivo consentiti al di sotto o al di sopra del fixing del benchmark possono variare in qualunque momento senza esplicito preavviso.

Benchmark Interest Calculation – Reference Rate Descriptions

Currency
Reference rate
Description
USD
Fed Funds Effective
Volume weighted average of the transactions processed through the Federal Reserve between member banks. It is intended to reflect the best estimate of interbank financing activity for Reserve Bank members and is the reference for many short-term money market transactions in the broader market.
USD
LIBOR
London Inter-Bank Offered Rate. It is a daily fixing for deposits with durations from overnight to 1 year and is determined by a group of large London banks. LIBOR will cease to exist at the end of 2021.
AUD
RBA Daily Cash Target
Refers to a 1-day rate set by the Reserve Bank of Australia to influence short term interest rates.
BRL
Brazil CETIP DI Interbank Deposit Rate
 
Brazil’s Interbank Deposit Rate is the daily average annualized rate calculated by the number of business days in the month, of the one-day interbank deposit rates.
CAD
Bank of Canada Overnight Lending Rate
Refers to a 1-day rate set by Bank of Canada to influence short term interest rates.
CHF
LIBOR
Stands for London Inter-Bank Offered Rate. It is a daily fixing for deposits with durations from overnight to 1 year and is determined by a group of large London banks. LIBOR will cease to exist at the end of 2021.
CHF
SARON
Stands for Swiss Average Rate Overnight and represents the overnight interest rate of the secured funding market for the Swiss Franc. SARON is administered by SIX.
CNH
CNH HIBOR
Stands for Hong Kong Interbank Offered Rate and is the offered rate at which deposits in CNH are being quoted to prime banks in the Hong Kong interbank market.
CZK
PRIBOR
Average interest rate at which term deposits are offered between prime banks.
DKK
Denmark Tomorrow/Next
The interest rate at which a bank is prepared to lend Danish kroner to a prime bank on an uncollateralized basis day to day.
EUR
EONIA
The global standard for overnight Euro deposits and is determined by a weighted average of the actual transactions between major continental European banks mediated through the European Central Bank. EONIA will cease to exist at the end of 2021.
EUR
€STR
Stands for Euro Short-Term Rate and is the rate which reflects the wholesale euro unsecured overnight borrowing costs of euro area banks. The rate is published by the ECB and is based on transactions conducted and settled on the previous day and which are deemed to be executed at arm’s length and thereby reflect market rates in an unbiased way.
GBP
LIBOR
Stands for London Inter-Bank Offered Rate. It is a daily fixing for deposits with durations from overnight to 1 year and is determined by a group of large London banks. LIBOR will cease to exist at the end of 2021.
GBP
SONIA
Stands for Sterling Overnight Index Average and is the effective overnight interest rate paid by banks for unsecured transactions in the British sterling market. SONIA is administered by the Bank of England.
HKD
HKD HIBOR
Stands for Hong Kong Interbank Offered Rate and is the offered rate at which deposits in HKD are being quoted to prime banks in the Hong Kong interbank market. Similar methods and durations are set as for LIBOR currencies.
HUF
BUBOR
Stands for Budapest Interbank Offered Rates and is the average interest rate at which term deposits are offered between prime banks.
ILS
TELBOR
Stands for Tel Aviv Inter-Bank Offered Rate and is based on interest rate quotes by a number of contributors in the inter-bank market.
INR
Central Bank of India Base Rate
The minimum rate set by the Reserve Bank of India below which banks are not allowed to lend to customers.
JPY
LIBOR
Stands for London Inter-Bank Offered Rate. It is a daily fixing for deposits with durations from overnight to 1 year and is determined by a group of large London banks. LIBOR will cease to exist at the end of 2021.
JPY
TONAR
Stands for Tokyo Overnight Average Rate and is a measure of the cost of borrowing in the Japanese yen unsecured overnight money market for Japanese Yen. TONAR is administered by the Bank of Japan.
KRW
KORIBOR
Average of the leading interest rates for KRW as determined by a group of large Korean banks. The benchmark utilizes the KORIBOR with 1 week maturity.
MXN
TIIE
The interbank "equilibrium" rate based on the quotes provided by money center banks as calculated by the Mexican Central Bank. The benchmark TIIE is based on 28-day deposits so is atypical as a measure for short term funds (most currencies have an overnight or similar short-term benchmark).
NOK
Norwegian Overnight Weighted Average
The interest rate on unsecured overnight interbank loans between banks that are active in the Norwegian overnight market.
NZD
NZD Daily Cash Target
Refers to a 1-day rate set by the Reserve Bank of New Zealand to influence short term interest rates.
PLN
WIBOR
Stands for Warsaw Interbank Offered Rates and is a measure of unsecured deposits concluded between market participants.
RUB
RUONIA
Weighted rate of overnight Ruble loans. The RUONIA is calculated by the Bank of Russia.
SEK
STIBOR
Daily fixing based on a group of large Swedish banks. The same methods and durations are set as for LIBOR currencies.
SGD
SOR
Stands for the SGD Swap Offer Rate and represents the cost of borrowing SGD synthetically by borrowing USD for the same maturity and swapping USD in return for SGD.
TRY
TRLIBOR
Stands for Turkish Lira Interbank Offer Rate and is a reference interest rate used in transactions conducted among banks.
ZAR
SABOR
Stands for South African and is calculated based on interbank funding.
 
 
 
 
 
 
 
Overnight
(O/N) rate is the most widely used short term benchmark and represents the rate for balances held from today until the next business day.
 
Spot-Next
(S/N) refers to the rate on balances from the next business day to the business day thereafter. Due to time zone and other criteria, Spot-Next rates are sometimes used as the short-term reference.
 
Day-Count conventions:
IBKR conforms to the international standards for day-counting wherein deposits rates for most currencies are expressed in terms of a 360-day year, while for other currencies (ex: GBP) the convention is a 365-day year.

 

Methodology for Determining Effective Rates

BACKGROUND

In determining the interest that account holders are paid on cash credit balances and charged on debit balances, each currency is assigned an IBKR Reference Benchmark rate. The IBKR Reference Benchmark rate is determined from short-term market rates but capped above/below widely used external reference rates or, where appropriate, bank deposit rates. This page explains how IBKR Reference Benchmark rates are determined.

Reference Rates

Reference rates are determined using a three-step process. The rates are capped above/below traditional external reference rates. For currencies and IBKR affiliates where Forex swap market pricing does not affect the rates we pay and charge our customers, Step 1 is omitted from the final rate determination.

1. Market implied rates

For market pricing, we utilize short-term Forex swap markets. Since most of the transactions involve the US dollar, Forex swap prices of currencies vs. the US dollar are sampled over a pre-determined time period referred to as the "Fixing Time Window" that is intended to be representative of liquid trading hours and primary turnover. The specific swap tenor and fixing windows used depend on the currency. We use the best bid and ask from a group of up to 12 of the largest Forex dealing banks to calculate the implied non-USD short-term rates - generally Overnight (T/T+1), Tom Next (T+1/T+2) or Spot Next (T+2/T+3). At the Fixing Time Window close, these calculations are sorted with the lowest and highest rates disregarded and the remainder averaged to determine the market implied reference rate.

2. Traditional external benchmark reference rates

For traditional benchmarks, we utilize published reference rates and, where appropriate, bank deposit rates. These rates generally are determined by either bank survey or actual transactions. The Hong Kong Inter-Bank Offered Rate (HIBOR), for example, is determined by surveying a panel of banks for the rate at which they could borrow funds from other banks at a specific time each day. In contrast, the US dollar Fed Funds effective rate is calculated as the weighted average of interbank lending rates transacted in the Fed Funds market.

The reform on interest rate benchmarks (IBOR reform), launched in 2013 by the G20 nations and conducted by regulatory authorities and public and private sector working groups, is gradually replacing bank survey based rates with new transaction driven reference rates. For example, LIBOR rates will cease to exist at the end of 2021 and will be replaced by new market accepted benchmarks.

3. IBKR Reference Benchmark Rates

The final IBKR Reference Benchmark rates are then determined by using the market implied reference rate, as described in 1. above, but capped by a certain amount above/below the traditional external benchmark reference rate as described in 2. above. For currencies and IBKR affiliates where Forex swap market pricing is not relevant, the final IBKR Reference Benchmark rates are determined by using traditional benchmarks or bank deposit rates, capped as above. The caps can change at any time without explicit prior notice and are listed in the table below, along with relevant currency and benchmark reference rates.

Examples

a. Assume the market implied overnight rate for GBP is 0.55%. The Sterling Overnight Index Average (SONIA) reference rate is 0.65%. The effective rate is then equal to the market implied rate of 0.55%, as it is still within the 1.00% cap around the SONIA reference rate at 0.65%.

b. If, for example, the market implied rate for CNH was 4.5% but the overnight CNH reference rate for the same period was 1.0%, the effective rate would be capped at 2.0% above the CNH reference rate, or 3.0% (1.0% reference rate + 2.0% cap).

Currency
Benchmark Description
Cap Below1
Cap Above1
USD
Fed Funds Effective (Overnight Rate)2
0.00%
0.00%
AUD
RBA Daily Cash Rate Target 
1.00%
1.00%
CAD
Bank of Canada Overnight Lending Rate 
1.00%
1.00%
CHF
Swiss Average Rate Overnight (SARON)3
1.00%
1.00%
CNY/CNH
CNH HIBOR Overnight Fixing Rate (TMA)
2.00%
2.00%
CZK
Prague ON Interbank Offered Rate
1.00%
1.00%
DKK
Danish Tom/Next Index
1.00%
1.00%
EUR
Euro Short-Term Rate (€STR)3
1.00%
1.00%
GBP
Sterling Overnight Index Average (SONIA)3
1.00%
1.00%
HKD
HKD HIBOR (Overnight rate)
1.00%
1.00%
HUF
Budapest Interbank Offered Rate
1.00%
1.00%
ILS
Tel Aviv Interbank Offered O/N Rate
1.00%
1.00%
INR
Central Bank of India Base Rate
0.00%
0.00%
JPY
Tokyo Overnight Average Rate (TONAR)3
1.00%
1.00%
KRW
Korean Won KORIBOR (1 week)
0.00%
0.00%
MXN
Mexican Interbank TIIE (28 day rate)
3.00%
3.00%
NOK
Norwegian Overnight Weighted Average
1.00%
1.00%
NZD
New Zealand Dollar Official Cash Daily Rate
1.00%
1.00%
PLN
WIBOR (Warsaw Interbank Overnight Rate)
1.00%
1.00%
RUB
RUONIA (Ruble Overnight Index Average)
3.00%
3.00%
SEK
SEK STIBOR (Overnight Rate)
1.00%
1.00%
SGD
Singapore Dollar SOR (Swap Overnight) Rate
1.00%
1.00%
TRY
TRLIBOR (Turkish Lira Overnight Interbank offered rate)
3.00%
3.00%
ZAR
South Africa Benchmark Overnight Rate on Deposits (Sabor)
3.00%
3.00%

 

1 Caps or the deviation for the effective rate allowed above or below the benchmark fixing can change at any time without explicit prior notice.
2 For USD-CFDs, Gold and Silver Borrow Fees, LIBOR is used as external benchmark until December 31st 2021.
3 New external benchmarks are applied from January 2022. Until December 31st 2021 LIBOR is used as external benchmark.

 

Introduction to Market Implied Rates

BACKGROUND

In determining the interest that account holders are paid on cash credit balances and assessed on debit balances, each currency is assigned a reference or benchmark rate, from which a spread is deducted for credit interest and added for debit interest.1  As account holders may withdraw unencumbered cash balances upon demand and regulations generally restrict the reinvestment of such balances to short-term instruments of high credit quality, benchmarks typically represent the rate at which local banks may borrow on an overnight or short-term basis (e.g., LIBOR, EONIA, Fed Funds).

While the current benchmarks are useful in that they tend to be longstanding, widely accepted and published rates, often used as the basis for determining consumer borrowing, some have characteristics which limit their effectiveness, particularly in the case of brokerage accounts where the spread as applied by IBKR is relatively narrow. A discussion of these limitations is provided in the overview below.

 

OVERVIEW

Benchmark rates are often determined by either bank survey or actual transactions. The London Inter-Bank Offered Rate (LIBOR), for example, is determined by surveying a panel of banks for the rate at which they could borrow funds from other banks of at a specific time each day.2  The final rate is determined by discarding a set of the top and bottom survey responses and averaging the remainder. Transaction based benchmarks such as EONIA are determined using a weighted average of all overnight unsecured lending transactions by panel banks in the interbank market as reported to the European Central Bank.

There are shortcomings to both methods which, at times, causes them to be an inadequate mechanism for establishing client debit and credit interest rates. Examples of these are provide below:

  • Survey rates often represent an offer rate which, by definition stands above the bid rate and can be skewed well above the mid-point when spreads are large;
  • Survey rates are typically based upon an inquiry performed at a specific time of the day (e.g., 11 a.m. GMT/6 a.m. ET for LIBOR) and may not represent the rates available over a broader period of time;
  • The population of institutions surveyed or whose transactions are considered may be small and/or may have borrowing characteristics that are not representative of financial institutions as a whole;
  • During periods of market stress, interbank transactions may suffer from reduced liquidity, on either a regional or global basis, thereby distorting benchmark rates.3
  • Survey processes often provide little transparency as to how the benchmark was determined and in the past have been subject to manipulation.4 

 

AN ALTERNATIVE APPROACH - MARKET IMPLIED RATES

To address these shortcomings, IB proposes to implement an alternative method for determining benchmark rates which we refer to as Market Implied Rates. This method combines the optimal attributes of each of the survey and transaction methods and uses as its basis Forex swap prices and the interest rate differentials embedded therein. The Forex swap market is one of the largest and most competitive markets with a daily turnover of 2.4 trillion USD5, representing aggregate transactions well in excess of that used for the current transaction-based benchmarks.

As over 90% of these transactions involve the U.S. Dollar, Forex swap prices of currencies vs. the U.S. Dollar will be sampled over a pre-determined time period referred to as the “Fixing Time Window” that is intended to be representative of liquid hours and primary turnover. The specific swap tenor and fixing windows used depend on the currency. Using the best bid and ask from a group of up to 12 of the largest Forex dealing banks6, implied non-USD short-term rates (generally Overnight (T/T+1, Tom Next (T+1/T+2) or Spot Next (T+2/T+3) ) will be calculated. At the Fixing Time Window close, these calculations will be sorted with the lowest and highest disregarded and the remainder averaged to determine the Final Fixing Rate. This Final Fixing Rate will then be used as part of the effective rate for that day’s interest calculations.

To provide complete transparency as to the rates used to determine interest on client credit and debit balances, IB has historically posted and updated to the public website each day all of the information an account holder would need to determine the interest they might pay or receive on cash balances (e.g., the stated benchmark, current and historical benchmark levels, spreads and tiers). Similar transparency will be provided with the implementation of Market Implied Rates. Here, rates will be posted to the website in 3 stages:

  1. Live – the last benchmark rate calculated prior to the start of the current day’s Fixing Time Window;
  2. Fixing Period – represents a running calculation of the current day’s benchmark rate using available data obtained while Fixing Time Window remains open.
  3. Fixing – the benchmark rate as calculated upon close of the Fixing Time This rate will remain unchanged for the remainder of the day and serve as the benchmark rate.


NEXT STEPS

Merging interest rate benchmarks and Market Implied Rates is intended to better align the rates offered to clients to the true funding costs and opportunities available to IB. The analysis performed thus far suggests that for certain currencies the new benchmark (effective rate) resulting from Forex swap implied rates but capped 25 bps7 above/below the benchmark fixing will be higher at various times and for others lower. As for the impact to clients, a higher benchmark generally benefits depositors and a lower, borrowers. What is important is that the new methodology is calculated in a consistent manner, using readily available and substantially representative data.

As the proposed change is significant in terms of its logic and its potential impact to certain clients, IB has been calculating and displaying, but not yet applying, market implied rates until clients have had sufficient opportunity to review the data. By August 1, 2017 we will start migrating the benchmarks from fixed to the new system where we use effective rates which are composed of market implied interest rates capped 25 bps above or below the current benchmark fixings. 
 

______________________________________________________________________________________
1 In the case of the USD, a spread of 0.50% is deducted from the benchmark for purposes of credit interest and a spread of 1.50% added for purposes of debit interest. The benchmark rate for the USD is the Fed Funds Effective Overnight Rate.

2 Each panel bank responds to the following question for different maturities: At what rate could you borrow funds, were you to do so by asking for and then accepting interbank offers in a reasonable market size just prior to 11 a.m. GMT.

3 Examples of this were experienced during the financial crisis of 2007-2010.

4 https://en.wikipedia.org/wiki/Libor_scandal

5 Source: BIS Triennial Central Bank Survey, Forex turnover April 2016. http://www.bis.org/publ/rpfx16fx.pdf

6 The actual number of banks selected may vary by currency.

7 The 25 basis points is subject to change at any time without advance notice.

How to determine if you are borrowing funds from IB

If the aggregate cash balance in a given account is a debit, or negative, then funds are being borrowed and the loan is subject to interest charges. A loan may still exist, however, even if the aggregate cash balance is a credit, or positive, as a result of balance netting or timing differences. The most common examples of this are as follows:

 
1.       Long vs. Short Currency Balances – accounts holders may borrow cash denominated in one currency if it can be secured by a credit balance in another.  Take, for example, a USD base currency account holding a long USD settled cash balance of 10,000, a short EUR settled cash balance of 5,000, with a EUR.USD exchange rate of 1.38:1. Here, for statement reporting and interest computation purposes, the overall cash balance is a USD credit of 3,088 (10,000 – (5,000 * 1.38)). As each currency is subject to a unique funding and reinvestment arrangement, the short balance would be subject to financing costs based upon its benchmark rate and tier. This cost may be offset by any interest earned on the long balance based upon its benchmark rate and tier.
 
2.       Gross Balances by Segment – IB’s Universal Account contains multiple sub accounts or segments, each of which holds positions and collateral which, for regulatory and customer protection purposes, may not be commingled. This separation does not allow for netting of balances across segments and a credit in one segment may therefore not offset a debit in another. Take, for example, an IB LLC account holding both securities and commodities positions with the securities segment maintaining a debit cash balance of USD 3,000 and the commodities segment a credit cash balance of USD 8,000. While the account holds an overall net credit balance of USD 5,000, the short balance would be subject to an interest charge which may be partially offset by any interest earned on the long balance.
 
3.       Short Sales – a short sale is a margin transaction in which the account holder is borrowing stock rather than cash. While the proceeds from the short sale are credited to the cash balance of the account, these funds must be posted with the lender of the shares as collateral to secure their return. As a result, and in recognition of the fact that the loan transaction is subject to its own financing terms, the cash collateralizing the loan is excluded for the purpose of determining whether a margin loan exists.
 
As example, consider an account reporting net liquidating equity (all balances in USD) of  9,000 comprised of a credit cash balance of 4,000, long stock valued at 10,000 and short stock valued at 5,000. In order to determine whether funds are being borrowed to finance the long stock position, the 5,000 portion of the cash pledged as collateral to the lender of the shares is deducted from the overall 4,000 cash balance, resulting in a 1,000 debit. This debit is subject to interest charges and the cash underlying the stock borrow either an interest charge in the case of hard to borrow shares or a short stock rebate if the shares are easy to borrow and reinvestment rates sufficiently high.
 
4.       Unsettled Funds - borrowings are determined based upon settled funds and the timeframe by which payment is due or received for a given transaction is product specific (e.g., stocks generally settle in 3 business days, spot currencies 2 and derivatives 1). For statement and trading platform purposes, cash balances are reported on a trade date rather than settlement date basis, as if settlement has completed.
 
As a result, an account reporting a credit cash balance may, in fact, still be carrying a margin loan if that balance includes proceeds from the sale of stock purchased with borrowed funds awaiting settlement. Similarly, an account may report a trade date based debit balance, but not yet incurring a margin loan and interest charges, as the trade has not yet settled.
 
For additional information regarding interest calculations, please refer to How Interest is Calculated.

Panoramica dei CFD su azioni emessi da IBKR

Il presente articolo mira a fornire un'introduzione generale sui CFD (contratti per differenza) su azioni emessi da IBKR.

Per ulteriori informazioni sui CFD su indici emessi da IBKR, clicchi qui. Per i CFD su forex, clicchi qui.

Gli argomenti trattati sono i seguenti:

I.    Definizione di CFD
II.   Confronto tra CFD e azioni sottostanti
III.  Considerazioni relative ai costi e ai requisiti di margine
IV.  Esempio indicativo
V.   Risorse relative ai CFD
VI.  Domande frequenti

 

Avvertenza sui rischi

I CFD sono strumenti complessi e implicano un alto rischio di perdita rapida di denaro per via della leva finanziaria.

Il 67% dei conti detenuti dagli investitori al dettaglio perde denaro nell'ambito delle attività di trading di CFD svolte tramite IBKR (UK).

È bene considerare se si comprende il funzionamento dei CFD e se ci si può permettere di assumersi l'alto rischio di perdita di denaro.

Norme dell'ESMA relative ai CFD (solamente clienti retail)

L'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) ha emanato nuove norme relative ai CFD in vigore a partire dal 1 agosto 2018.

Tali norme comprendono: 1) dei limiti della leva sull'apertura di posizioni su CFD; 2) una norma sulla liquidazione del margine a seconda dello specifico conto; e 3) una tutela del saldo negativo a seconda dello specifico conto.

L'ordinanza dell'ESMA è applicabile solamente ai clienti al dettaglio (retail). I clienti professionali non ne sono soggetti.

Per maggiori dettagli, si prega di fare riferimento all'implementazione delle norme dell'ESMA sui CFD in IBKR.

I.  Definizione di CFD su azioni

I CFD di IBKR sono contratti scambiati sui mercati OTC che generano lo stesso rendimento delle azioni sottostanti, compresi i dividendi e le operazioni societarie (clicchi qui per sapere di più sui CFD e le operazioni societarie).

In altri termini, si tratta di un accordo tra l'acquirente (lei) e IBKR per lo scambio della differenza tra il valore corrente di un'azione e il suo valore in un certo momento futuro. Qualora detenga una posizione lunga e la differenza sia positiva, riceverà una certa somma da IBKR. Qualora la differenza sia negativa, sarà lei a dover corrispondere una somma a IBKR.

I CFD su azioni di IBKR possono essere negoziati tramite i conti a margine, ed è dunque possibile aprire posizioni sia lunghe che corte basate sulla leva finanziaria. Il prezzo del CFD coincide con quello dell'azione sottostante così come quotato in borsa. Di fatto, le quotazioni dei CFD emessi da IBKR sono identiche a quelle delle azioni trasmesse tramite il sistema SmartRouting, che può osservare in Trader Workstation e in relazione alle quali IBKR offre l'accesso diretto al mercato (direct market access). Analogamente alle azioni, i propri ordini non inviabili a mercato (ovvero, ordini limite) presentano la copertura del sottostante rappresentata direttamente sulla profondità del libro ordini delle Borse valori in cui questo è negoziato.  Ciò significa anche che è possibile immettere ordini per l'acquisto del CFD al prezzo denaro del sottostante e venderlo al prezzo lettera.

Per un confronto tra il trasparente modello dei CFD emessi da IBKR e altri disponibili sul mercato, consulti la nostra Panoramica dei modelli di mercato dei CFD.

Attualmente IBKR offre circa 7100 CFD su azioni, che coprono i principali mercati statunitensi, europei e asiatici. I costituenti degli indici elencati in basso sono attualmente disponibili in forma di CFD su azioni emessi da IBKR. In diversi Paesi IBKR offre inoltre la possibilità di negoziare azioni liquide a bassa capitalizzazione. Si tratta di azioni con capitalizzazione di mercato corretta per il flottante libero pari ad almeno 500 milioni di USD e con un valore di negoziazione medio giornaliero di almeno 600.000 USD.  Consulti la pagina Elenco prodotti > CFD per ulteriori dettagli. Saranno presto aggiunti ulteriori Paesi.

Stati Uniti S&P 500, DJA, Nasdaq 100, S&P 400 (Mid Cap), liquide a bassa capitalizzazione
Regno Unito FTSE 350 + liquide a bassa capitalizzazione (incl. IOB)
Germania Dax, MDax, TecDax + liquide a bassa capitalizzazione
Svizzera Porzione svizzera dello STOXX Europe 600 (48 azioni) + liquide a bassa capitalizzazione
Francia CAC Large Cap, CAC Mid Cap + liquide a bassa capitalizzazione
Paesi Bassi AEX, AMS Mid Cap + liquide a bassa capitalizzazione
Belgio BEL 20, BEL Mid Cap + liquide a bassa capitalizzazione
Spagna IBEX 35 + liquide a bassa capitalizzazione
Portogallo PSI 20
Svezia OMX Stockholm 30 + liquide a bassa capitalizzazione
Finlandia OMX Helsinki 25 + liquide a bassa capitalizzazione
Danimarca OMX Copenhagen 30 + liquide a bassa capitalizzazione
Norvegia OBX
Repubblica ceca PX
Giappone Nikkei 225 + liquide a bassa capitalizzazione
Hong Kong HSI + liquide a bassa capitalizzazione
Australia ASX 200 + liquide a bassa capitalizzazione
Singapore* STI + liquide a bassa capitalizzazione
Sudafrica Top 40 + liquide a bassa capitalizzazione

 *non disponibile per i residenti a Singapore

II.   Confronto tra CFD e azioni sottostanti

A seconda dei propri obiettivi e del proprio stile di trading, i CFD offrono una serie di vantaggi, ma anche svantaggi, rispetto alle azioni:
 
VANTAGGI DEI CFD EMESSI DA IBKR VANTAGGI DEI CFD EMESSI DA IBKR
Nessuna imposta di bollo o imposte sulle transazioni (Regno Unito, Francia, Belgio) Nessun diritto di proprietà
In genere, commissioni e tassi di margine inferiori rispetto alle azioni Operazioni societarie complesse non sempre esattamente replicabili
Aliquote d'imposta per i dividendi in accordo con le convenzioni fiscali senza necessità di rivendicazione Tassazione sulle plusvalenze potenzialmente diversa rispetto alle azioni (si prega di consultare il proprio consulente fiscale)
Esenzione dalle normative di day trading  

III.  Considerazioni relative ai costi e al margine

I CFD di IBKR possono costituire una maniera ancora più efficace di negoziare nei mercati azionari europei rispetto alla nostra già concorrenziale offerta di azioni.

Innanzitutto, i CFD di IBKR presentano commissioni inferiori rispetto alle azioni, ma offrono gli stessi differenziali di finanziamento contenuti:

EUROPA   CFD AZIONE
Commissione GBP 0.05% 6.00 GBP + 0.05%*
EUR 0.05% 0.10%
Finanziamento** Benchmark +/- 1.50% 1.50%

*per ordine + 0.05% eccedenti i 50,000 GBP
**finanziamento di CFD sul valore complessivo della posizione, finanziamento azionario sull'importo assunto in prestito

All'aumento dell'importo negoziato corrisponde una diminuzione delle commissioni sui CFD, pari ad appena lo 0.02%. Le posizioni di dimensioni più elevate prevedono tassi di finanziamento ridotti, pari ad appena lo 0.5%.  Per maggiori dettagli, si prega di consultare le sezioni Commissioni > CFD e Tassi di finanziamento > CFD.

In secondo luogo, i CFD prevedono requisiti di margine inferiori rispetto alle azioni. I clienti retail sono soggetti a ulteriori requisiti di margine imposti dall'ESMA, l'ente di regolamentazione europeo. Per i dettagli, si prega di fare riferimento all'implementazione delle norme dell'ESMA sui CFD in IBKRR.

  CFD AZIONE
  Tutte Standard Margine di portafoglio
Requisito di margine di mantenimento*

10%

25% - 50% 15%

*Margine tipico delle Blue Chip. I clienti retail sono soggetti a un margine iniziale minimo del 20%. Margine di mantenimento infra-giornaliero standard del 25% per le azioni, del 50% alla giornata.  Il margine di portafoglio mostrato è il margine di mantenimento (compreso quello alla giornata). Le emissioni particolarmente volatili sono soggette a requisiti più elevati

Per maggiori dettagli, si prega di fare riferimento alla sezione relativa ai requisiti di margine dei CFD.


IV.  Esempio indicativo (clienti professionali)

Si consideri l'esempio seguente. I titoli di Unilever quotati ad Amsterdam hanno generato un rendimento del 3.2% nel mese passato (20 giorni di trading fino al 14 maggio 2012) e si pensa che continueranno a garantire un buon rendimento. Si desidera avere un'esposizione di 200,000 EUR e mantenerla per cinque giorni. Si effettuano 10 transazioni per creare la posizione e 10 per chiuderla. I propri costi diretti sarebbero i seguenti:

AZIONE

  CFD AZIONE
Posizione di 200,000 EUR   Standard Margine di portafoglio
Requisito di margine 20,000 100,000 30,000
Commissione (di ingresso e uscita) 200.00 400.00 400.00
Tasso d'interesse (semplificato) 1.50% 1.50% 1.50%
Importo finanziato 200,000 100,000 170,000
Giorni finanziati  5 5 5
Interesse passivo (tasso semplificato del 1,5%) 41.67 20.83 35.42
Costo diretto complessivo (commissioni + interessi) 241.67 420.83 435.42
Differenza di costo   Maggiore del 74% Maggiore del 80%

Nota: l'interesse passivo sui CFD è calcolato sull'intera posizione del contratto, mentre l'interesse sulle azioni è calcolato sull'importo assunto in prestito. I tassi applicabili per le azioni e i CFD sono gli stessi.

 

Si ipotizzi, invece, che si disponga solamente di 20,000 EUR per finanziare il margine. Se Unilever continuasse a mostrare le stesse performance del mese precedente, il proprio potenziale di profitto si rivelerebbe il seguente:  

COMPENSO A LEVA CFD AZIONE
Margine disponibile 20,000 20,000 20,000
Ammontare complessivo investito 200,000 40,000 133,333
Rendimento lordo (5 giorni) 1,600 320 1,066.66
Commissione 200.00 80.00 266.67
Interesse passivo (tasso semplificato del 1,5%) 41.67 4.17 23.61
Costo diretto complessivo (commissioni + interessi) 241.67 84.17 290.28
Rendimento netto (rendimento lordo meno i costi diretti) 1,358.33 235.83 776.39
Importo della redditività dell'investimento a margine 0.07 0.01 0.04
Differenza   Plusvalenza inferiore del 83% Plusvalenza inferiore del 43%

 

RISCHIO DI LEVA CFD AZIONE
Margine disponibile 20,000 20,000 20,000
Ammontare complessivo investito 200,000 40,000 133,333
Rendimento lordo (5 giorni) -1,600 -320 -1,066.66
Commissione 200.00 80.00 266.67
Interesse passivo (tasso semplificato del 1,5%) 41.67 4.17 23.61
Costo diretto complessivo (commissioni + interessi) 241.67 84.17 290.28
Rendimento netto (rendimento lordo meno i costi diretti) -1,841.67 -404.17 -1,356.94
Differenza   Minusvalenza inferiore del 78% Minusvalenza inferiore del 26%

 

V.   Risorse relative ai CFD

Di seguito potrà trovare alcuni link utili a informazioni più dettagliate in merito ai CFD di IBKR:

Dettagli dei contratti CFD

Elenco dei prodotti > CFD

Commissioni > CFD

Tassi di finanziamento > CFD

Requisiti di margine > CFD

Operazioni societarie > CFD

È anche disponibile il seguente video tutorial:

Come immettere transazioni di CFD in Trader Workstation

 

VI.  Domande frequenti

Quali sono le azioni disponibili come CFD?

Azioni ad alta e media capitalizzazione negli Stati Uniti, nell'Europa occidentale, nei Paesi nordici e in Giappone. Le azioni liquide a bassa capitalizzazione sono disponibili anche in molti mercati. Per maggiori dettagli, si prega di consultare la pagina Elenco dei prodotti > CFD. Presto saranno aggiunti ulteriori Paesi.

 

Sono disponibili CFD su indici azionari e forex?

Sì. Consulti gli articoli CFD su indici di IBKR: informazioni, domande e risposte e CFD su forex: informazioni, domande e risposte.

 

Come sono stabilite le quotazioni di CFD su azioni?

Le quotazioni dei CFD emessi da IBKR sono identiche a quelle delle azioni sottostanti, trasmesse tramite SmartRouting. IB non aumenta il differenziale né detiene posizioni contro i propri clienti. Consulti l'articolo Panoramica dei modelli di mercato dei CFD per sapere di più.

 

È possibile visualizzare i propri ordini limite riflessi sulla Borsa valori?

Sì. IBKR offre accesso diretto al mercato (direct market access), quindi la copertura del sottostante dei propri ordini non inviabili a mercato (ovvero con limite di prezzo) è rappresentata direttamente nel "deep book" delle borse in cui è negoziata. Ciò significa anche che è possibile immettere ordini per l'acquisto del CFD al prezzo denaro del sottostante e venderlo al prezzo lettera. Inoltre, è possibile conseguire un miglioramento del prezzo nel caso in cui l'ordine di un altro cliente incroci il proprio a un prezzo migliore di quello disponibile sui mercati pubblici.

 

Come vengono determinati i margini dei CFD su azioni?

IBKR stabilisce inoltre requisiti relativi ai margini basati sul rischio a seconda della volatilità storica di ciascuna azione sottostante. Il margine minimo è del 10%. Il margine della maggior parte dei CFD di IBKR è calcolato secondo questo tasso; di conseguenza, nella maggior parte dei casi, in termini di margine la negoziazione dei CFD risulta più conveniente rispetto a quella delle azioni sottostanti.  Gli investitori retail sono soggetti a ulteriori requisiti relativi ai margini imposti dall'ESMA, l'ente di regolamentazione

europeo. Consulti l'articolo Panoramica dell'implementazione delle norme ESMA sui CFD in IBKR per saperne di più. Non vi sono scostamenti del portafoglio tra le singole posizioni su CFD o tra CFD ed esposizioni all'azione sottostante. Le posizioni concentrate e quelle particolarmente ampie possono essere soggette a una marginazione aggiuntiva. Consulti l'articolo Requisiti di margine dei CFD per saperne di più.

 

I CFD su azioni short sono soggetti al riacquisto forzato?

Sì. Nell'eventualità in cui il prestito dell'azione sottostante si riveli difficile o impossibile, il titolare della posizione short sul CFD sarà tenuto al riacquisto.

 

Come sono gestiti i dividendi e le operazioni societarie?

In genere, IBKR fa sì che l'impatto delle operazioni societarie sui titolari di CFD siano gli stessi sperimentati dai titolari delle azioni sottostanti. I dividendi sono registrati con un adeguamento della liquidità, mentre le altre operazioni potrebbero essere registrate con una correzione della liquidità, delle posizioni o di entrambe. Per esempio, nel caso in cui l'operazione societaria dovesse comportare una modifica del numero delle azioni (es. frazionamento azionario, frazionamento inverso), il numero di CFD sarebbe corretto di conseguenza. Se il risultato dell'operazione societaria fosse una nuova entità con azioni quotate in Borsa e IBKR decidesse di offrire i relativi CFD, allora verrebbero create nuove posizioni long o short dell'importo corrispondente. Consulti la sezione Operazioni societarie su CFD per saperne di più.

*Si prega di notare che, nell'ambito delle operazioni societarie più complesse (es. alcuni tipi di fusioni), potrebbe non essere possibile adeguare correttamente i CFD. In questi casi IBKR potrebbe chiudere la posizione sul CFD prima della data di stacco cedola.

 

La negoziazione di CFD IBKR è consentita a tutti i clienti?

La negoziazione dei CFD di IBKR è consentita a tutti i clienti, a eccezione di quelli residenti negli Stati Uniti, in Canada e a Hong Kong. Gli utenti residenti a Singapore possono negoziare i CFD di IBKR a eccezione di quelli basati sulle azioni quotate a Singapore. Non vi sono deroghe alle esclusioni determinate dalla residenza sulla base del tipo di investitore.

 

Come posso iniziare a negoziare CFD con IBKR?

È necessario impostare i permessi per il trading di CFD in Gestione conto e accettare le relative informative sul trading. Se si detiene un conto presso IBLLC, IBKR provvederà a configurare un nuovo segmento del conto (identificato tramite il numero di conto già esistente più il suffisso "F"). Una volta confermata la configurazione, sarà possibile iniziare a negoziare. Il nuovo conto "F" non richiede una procedura di finanziamento separata, in quanto i fondi sono automaticamente trasferiti dal proprio conto principale per soddisfare i requisiti di margine dei CFD.  

Sono previsti requisiti per i dati di mercato?

I dati di mercato per i CFD su azioni di coincidono con quelli delle azioni sottostanti. Di conseguenza, è necessario disporre dei permessi per i dati di mercato delle relative Borse valori. Se si è già provveduto a configurare i propri permessi per i dati di mercato sulle rispettive Borse valori, non occorrerà fare null'altro. Se si desidera negoziare CFD su una Borsa valori senza disporre dei relativi permessi per i dati di mercato, è possibile configurare i permessi secondo lo stesso metodo adottato per la negoziazione delle azioni sottostanti.

 

In che modo sono rappresentate le transazioni e le posizioni su CFD all'interno dei propri rendiconti?

Se si detiene un conto presso IBLLC, le proprie posizioni su CFD saranno detenute in un segmento del conto separato e identificato tramite il numero del proprio conto principale più il suffisso "F". È possibile scegliere di visualizzare i rendiconti di attività del segmento "F" separatamente o insieme al proprio conto principale. È possibile effettuare la scelta nella finestra del rendiconto di Gestione conto. Per tutti gli altri conti, i CFD sono mostrati nel proprio rendiconto insieme agli altri prodotti di trading.

 

È possibile trasferire posizioni su CFD da un altro broker?

Al momento IBKR non consente di trasferire le posizioni su CFD.

 

Sono disponibili grafici per i CFD su azioni?

Sì.

 Quali modalità di protezione dei conti sono disponibili nell'ambito della negoziazione di CFD con IBKR?

I CFD sono contratti aventi IB UK come controparte, e non sono negoziati sulle Borse valori regolamentate, né compensati presso una stanza di compensazione centrale. Dato che IB UK è la propria controparte nelle transazioni di CFD, si è esposti ai relativi rischi finanziari e commerciali, compreso il rischio di credito associato alle negoziazioni con IB UK. Si prega di notare, tuttavia, che tutti i fondi dei clienti sono sempre interamente segregati, compresi quelli dei clienti istituzionali. IB UK è un partecipante del Financial Services Compensation Scheme ("FSCS") del Regno Unito. IB UK non fa parte della Securities Investor Protection Corporation (“SIPC”) degli Stati Uniti. Per maggiori dettagli in merito ai rischi associati alla negoziazione di CFD, si prega di fare riferimento all'Informativa sui rischi dei CFD di IB UK.

 

Quali tipi di conti IBKR (es. conti individuali, per consulenti, istituzionali ecc.) consentono di negoziare CFD? 

Tutti i conti a margine sono adatti alla negoziazione di CFD, ma non i conti di liquidità e i conti SIPP.

 

Quali sono le dimensioni massime consentite per le posizioni detenute sugli specifici CFD?

Non vi sono limiti predefiniti. Tuttavia, è bene ricordare che le posizioni estremamente ampie potrebbero essere soggette a requisiti di margine maggiori. Per maggiori dettagli, si prega di fare riferimento alla sezione Requisiti di margine dei CFD.

 

È possibile negoziare i CFD telefonicamente?

No. In casi eccezionali potremmo acconsentire all'elaborazione telefonica degli ordini di chiusura di posizioni, ma non di quelli di apertura.

 

Overview of IBKR issued Share CFDs

The following article is intended to provide a general introduction to share-based Contracts for Differences (CFDs) issued by IBKR.

For Information on IBKR Index CFDs click here. For Forex CFDs click here. For Precious Metals click here.

Topics covered are as follows:

I.    CFD Definition
II.   Comparison Between CFDs and Underlying Shares
III. CFD Tax and Margin Advantage
IV.  US ETFs
V.   CFD Resources
VI.  Frequently Asked Questions

Risk Warning

CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money rapidly due to leverage.

58.4% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with IBKR.

You should consider whether you understand how CFDs work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.

ESMA Rules for CFDs (Retail Clients only)

The European Securities and Markets Authority (ESMA) has enacted new CFD rules effective 1st August 2018.

The rules include: 1) leverage limits on the opening of a CFD position; 2) a margin close out rule on a per account basis; and 3) negative balance protection on a per account basis.

The ESMA Decision is only applicable to retail clients. Professional clients are unaffected.

Please refer to the following articles for more detail:

ESMA CFD Rules Implementation at IBKR (UK) and IBKR LLC

ESMA CFD Rules Implementation at IBIE, IBCE and IBLUX

I.  Share  CFD Definition

IBKR CFDs are OTC contracts which deliver the return of the underlying stock, including dividends and corporate actions (read more about CFD corporate actions).

Said differently, it is an agreement between the buyer (you) and IBKR to exchange the difference in the current value of a share, and its value at a future time. If you hold a long position and the difference is positive, IBKR pays you. If it is negative, you pay IBKR.

IBKR Share CFDs are traded through your cash or margin account, and you can enter long as well as short leveraged positions. The price of the CFD is the exchange-quoted price of the underlying share. In fact, IBKR CFD quotes are identical to the Smart-routed quotes for shares that you can observe in the Trader Workstation and IBKR offers Direct Market Access (DMA). Similar to shares, your non-marketable (i.e. limit) orders have the underlying hedge directly represented on the deep book of those exchanges at which it trades.  This also means that you can place orders to buy the CFD at the underlying bid and sell at the offer.

To compare IBKR’s transparent CFD model to others available in the market please see our Overview of CFD Market Models.

IBKR currently offers approximately 8000 Share CFDs covering the principal markets in the US, Europe and Asia. The constituents of the major indexes listed below are currently available as IBKR Share CFDs. In many countries IBKR also offers trading in liquid small cap shares. These are shares with free float adjusted market capitalization of at least USD 500 million and median daily trading value of at least USD 600 thousand.  Please see CFD Product Listings for more detail. More countries will be added in the near future.

United States S&P 500, DJA, Nasdaq 100, S&P 400 (Mid Cap), Liquid Small Cap
United Kingdom FTSE 350 + Liquid Small Cap (incl. IOB)
Germany Dax, MDax, TecDax + Liquid Small Cap
Switzerland Swiss portion of STOXX Europe 600 (48 shares) + Liquid Small Cap
France CAC Large Cap, CAC Mid Cap + Liquid Small Cap
Netherlands AEX, AMS Mid Cap + Liquid Small Cap
Belgium BEL 20, BEL Mid Cap + Liquid Small Cap
Spain IBEX 35 + Liquid Small Cap
Portugal PSI 20
Sweden OMX Stockholm 30 + Liquid Small Cap
Finland OMX Helsinki 25 + Liquid Small Cap
Denmark OMX Copenhagen 30 + Liquid Small Cap
Norway OBX
Czech PX
Japan Nikkei 225 + Liquid Small Cap
Hong Kong HSI + Liquid Small Cap
Australia ASX 200 + Liquid Small Cap
Singapore STI + Liquid Small Cap
South Africa Top 40 + Liquid Small Cap
Brazil Bovespa
Russia MOEX

II.   Comparison Between CFDs and Underlying Shares

Depending on your trading objectives and trading style, CFDs offer a number of advantages compared to stocks, but also some disadvantages:
 
BENEFITS of IBKR CFDs DRAWBACKS of IBKR CFDs
No stamp duty or financial transaction tax (UK, France, Belgium, Spain) No ownership rights
Generally lower margin rates than shares* Complex corporate actions may not always be exactly replicable
Tax treaty rates for dividends without need for reclaim Taxation of gains may differ from shares (please consult your tax advisor)
Exemption from day trading rules  
US ETFs tradable as CFDs**  

*IB LLC and IB-UK accounts.

**EEA area clients cannot trade US ETFs directly, as they do not publish KIDs.

III. CFD Tax and Margin Advantage

Where stamp duty or financial transaction tax is applied, currently in the UK (0.5%), France (0.3%), Belgium (0.35%) and Spain (0.2%), it has a substantially detrimental impact on returns, particular in an active trading strategy. The taxes are levied on buy-trades, so each time you open a long, or close a short position, you will incur tax at the rates described above.

The amount of available leverage also significantly impacts returns. For European IBKR entities, margin requirements are risk-based for both stocks and CFDs, and therefore generally the same. IB-UK and IB LLC accounts however are subject to Reg T requirements, which limit available leverage to 2:1 for positions held overnight.

To illustrate, let's assume that you have 20,000 to invest and wish to leverage your investment fully. Let's also assume that you hold your positions overnight and that you trade in and out of positions 5 times in a month.

Let's finally assume that your strategy is successful and that you have earned a 5% return on your gross (fully leveraged) investment.

The table below shows the calculation in detail for a UK security. The calculations for France, Belgium and Spain are identical, except for the tax rates applied.

  UK CFD UK Stock UK Stock
All Entities
EU Account
IB LLC or IBUK Acct
Tax Rate 0% 0.50% 0.50%
Tax Basis N/A Buy Orders Buy Orders
# of Round trips 5 5 5
Commission rate 0.05% 0.05% 0.05%
Overnight Margin 20% 20% 50%
Financing Rate 1.508% 1.508% 1.508%
Days Held 30 30 30
Gross Rate of Return 5% 5% 5%
       
Investment 100,000 100,000 40,000
Amount Financed 100,000 80,000 20,000
Own Capital 20,000 20,000 20,000
       
Tax on Purchase 0.00 2,500.00 1,000.00
Round-trip Commissions 500.00 500.00 200.00
Financing 123.95 99.16 24.79
Total Costs 623.95 3099.16 1224.79
       
Gross Return 5,000 5,000 2,000
Return after Costs 4,376.05 1,900.84 775.21
Difference   -57% -82%

The following table summarizes the reduction in return for a stock investment, by country where tax is applied, compared to a CFD investment, given the above assumptions.

Stock Return vs cfD Tax Rate EU Account IB LLC or IBUK Acct
UK 0.50% -57% -82%
France 0.30% -34% -73%
Belgium 0.35% -39% -75%
Spain 0.20% -22% -69%

IV. US ETFs

EEA area residents who are retail investors must be provided with a key information document (KID) for all investment products. US ETF issuers do not generally provide KIDs, and US ETFs are therefore not available to EEA retail investors.

CFDs on such ETFs are permitted however, as they are derivatives for which KIDs are available.

Like for all share CFDs, the reference price for CFDs on ETFs is the exchange-quoted, SMART-routed price of the underlying ETF, ensuring economics that are identical to trading the underlying ETF.

V.   CFD Resources

Below are some useful links with more detailed information on IBKR’s CFD offering:

CFD Contract Specifications

CFD Product Listings

CFD Commissions

CFD Financing Rates

CFD Margin Requirements

CFD Corporate Actions

The following video tutorial is also available:

How to Place a CFD Trade on the Trader Workstation

 

VI.  Frequently Asked Questions

What Stocks are available as CFDs?

Large and Mid-Cap stocks in the US, Western Europe, Nordic and Japan. Liquid Small Cap stocks are also available in many markets. Please see CFD Product Listings for more detail. More countries will be added in the near future.

 

Do you have CFDs on other asset classes?

Yes. Please see IBKR Index CFDs - Facts and Q&A, Forex CFDs - Facts and Q&A and Metals CFDs - Facts and Q&A.

 

How do you determine your Share CFD quotes?

IBKR CFD quotes are identical to the Smart routed quotes for the underlying share. IBKR does not widen the spread or hold positions against you. To learn more please go to Overview of CFD Market Models.

 

Can I see my limit orders reflected on the exchange?

Yes. IBKR offers Direct market Access (DMA) whereby your non-marketable (i.e. limit) orders have the underlying hedges directly represented on the deep books of the exchanges on which they trade. This also means that you can place orders to buy the CFD at the underlying bid and sell at the offer. In addition, you may also receive price improvement if another client's order crosses yours at a better price than is available on public markets.

 

How do you determine margins for Share CFDs?

IBKR establishes risk-based margin requirements based on the historical volatility of each underlying share. The minimum margin is 10%, making CFDs more margin-efficient than trading the underlying share in many cases.  Retail investors are subject to additional margin requirements mandated by the European regulators. There are no portfolio off-sets between individual CFD positions or between CFDs and exposures to the underlying share. Concentrated positions and very large positions may be subject to additional margin. Please refer to CFD Margin Requirements for more detail.

 

Are short Share CFDs subject to forced buy-in?

Yes. In the event the underlying stock becomes difficult or impossible to borrow, the holder of the short CFD position may become subject to buy-in.

 

How do you handle dividends and corporate actions?

IBKR will generally reflect the economic effect of the corporate action for CFD holders as if they had been holding the underlying security. Dividends are reflected as cash adjustments, while other actions may be reflected through either cash or position adjustments, or both. For example, where the corporate action results in a change of the number of shares (e.g. stock-split, reverse stock split), the number of CFDs will be adjusted accordingly. Where the action results in a new entity with listed shares, and IBKR decides to offer these as CFDs, then new long or short positions will be created in the appropriate amount. For an overview please CFD Corporate Actions.

*Please note that in some cases it may not be possible to accurately adjust the CFD for a complex corporate action such as some mergers. In these cases IBKR may terminate the CFD prior to the ex-date.

 

Can anyone trade IBKR CFDs?

All clients can trade IBKR CFDs, except residents of the USA, Canada, Hong Kong, New Zealand and Israel. There are no exemptions based on investor type to the residency based exclusions.

What do I need to do to start trading CFDs with IBKR?

You need to set up trading permission for CFDs in Client Portal, and agree to the relevant disclosures. If your account is with IBKR (UK) or with IBKR LLC, IBKR will then set up a new account segment (identified with your existing account number plus the suffix “F”). Once the set-up is confirmed you can begin to trade. You do not need to fund the F-account separately, funds will be automatically transferred to meet CFD initial margin requirements from your main account.  

If your account is with another IBKR entity, only the permission is required; an additional account segment is not necessary.

Are there any market data requirements?

The market data for IBKR Share CFDs is the market data for the underlying shares. It is therefore necessary to have market data permissions for the relevant exchanges. If you already have market data permissions for an exchange for trading the shares, you do not need to do anything. If you want to trade CFDs on an exchange for which you do not currently have market data permissions, you can set up the permissions in the same way as you would if you planned to trade the underlying shares.

How are my CFD trades and positions reflected in my statements?

If you are a client of IBKR (U.K.) or IBKR LLC, your CFD positions are held in a separate account segment identified by your primary account number with the suffix “F”. You can choose to view Activity Statements for the F-segment either separately or consolidated with your main account. You can make the choice in the statement window in Client Portal.

If you are a client of other IBKR entities, there is no separate segment. You can view your positions normally alongside your non-CFD positions.

Can I transfer in CFD positions from another broker?

IBKR does not facilitate the transfer of CFD positions at this time.

Are charts available for Share CFDs?

Yes.

In what type of IBKR accounts can I trade CFDs e.g., Individual, Friends and Family, Institutional, etc.? 

All margin and cash accounts are eligible for CFD trading. 

What are the maximum a positions I can have in a specific CFD?

There is no pre-set limit. Bear in mind however that very large positions may be subject to increased margin requirements. Please refer to CFD Margin Requirements for more detail.

Can I trade CFDs over the phone?

No. In exceptional cases we may agree to process closing orders over the phone, but never opening orders.

Cash Sweeps

Background
Underlying the IB Universal account are two separate sub-accounts or segments, one for the securities positions and balances which are subject to the customer protection rules of the SEC and another for the commodities positions and balances which are subject to the customer protection rules of the CFTC. This Universal account structure is designed to minimize the administrative overhead that customers would otherwise be exposed to were they to maintain two distinct accounts (e.g., transferring of cash between accounts, login and order submission through separate accounts, multiple statements, etc.) while preserving the separation required by regulation.

These regulations further require that all securities transactions be effected and margined in the securities segment of the Universal account and commodities transactions in the commodities segment.1  While the regulations allow for the custody of fully-paid securities positions in the commodities segment as margin collateral, IB does not do so, thereby limiting their hypothecation to the more restrictive rules of the SEC. Given the regulations and policies which direct the decision to hold positions in one segment vs. the other, cash remains the only asset eligible to be transferred between the two and for which customer discretion is provided.

Outlined below is a discussion as to the cash sweep options offered, the process for selecting an option as well as selection considerations.

 
Cash Sweep Options
Customers are provided with 3 sweep options, descriptions for which are provided below:
 
 1. Do not sweep excess funds – under this election, excess cash does not move from one segment to another unless necessary to:
a. Eliminate/reduce a margin deficiency in the other segment;
 
b. Minimize a cash debit balance and therefore interest charges in a given segment.  Note that this is the default option and sole option for account holders having only one of securities or commodities trading permissions.
 
2. Sweep excess funds into my IB securities account – here, cash balances are only held in the commodities segment to the extent necessary to satisfy the current commodities margin requirement. Any cash in excess of the margin requirement, generated as a result of either an increase in cash (e.g., favorable variation and/or transaction related) or decrease in the margin requirement (e.g., changes in the SPAN risk arrays and/or transaction related) will be automatically transferred from the commodities segment to the securities segment. Note that the account holder must have permissions to trade securities in order to select this option.
 
3. Sweep excess funds into my IB commodities account – here, cash balances are only held in the securities segment to the extent that they, along with any other securities positions having loan value, are needed to satisfy the current securities margin requirement. Note that the account holder must have permissions to trade commodities in order to select this option. 
 
Other items of note:
-  As the Universal account allows for cash balances to be held in a variety of denominations, a hierarchy exists for the purpose of determining which particular currency to transfer first when long balances in multiple currencies exist. In these situations the procedure is to first transfer balances denominated in the Base Currency, then USD and then the remaining long currency balances in order of highest to lowest.
 
- To minimize the likelihood of one segment incurring a margin deficiency following the sweep of excess cash to the other, the full excess will not be transferred and a buffer equal to 5% of the maintenance margin requirement will be retained. Similarly, to minimize the operational overhead of transferring nominal balances, balances will only be transferred if, after giving effect to the 5% margin cushion, the excess, if any, is not less than 1% of account equity or $200.
 
- When performing the pre-trade credit check to determine whether an account maintains sufficient equity to support a new order, excess cash maintained in one segment will be considered for trades conducted in the other (although a sweep will not occur until the trade has executed and only if it then remains necessary for margin compliance).  Accounts which are designated as a Pattern Day Trader and which are subject pre-trade credit check that takes into account the prior as well as current day's equity should pay particular attention to the Selection Considerations section below.
 
 
Selecting a Sweep Option
If your Account Management version contains a series of menu options on the left-hand side, select the Account Administration and then Excess Funds Sweep menu options. If your version has menu options across the top, select the Manage Account/Settings and then the Configure Account/Excess Funds Sweep menu options. Regardless of your version, you will be presented with a screen which appears as follows:
 

You may then select the radio button alongside the option of your choice and select the Continue button. Your choice will take effect as of the next business day and will remain in effect until a different option has been selected. Note that subject to the trading permission settings noted above, there is no restriction upon when or how often you may change your sweep method. 

 

Selection Considerations
While the decision to elect one segment vs. the other for the purposes of maintaining excess cash may involve subjective decisions and preferences unique to each customer (e.g. customer maintains assets which are significant and concentrated in one segment vs. the other), outlined below are several factors warranting consideration:
 
1. Pattern Day Trading Equity - The securities buying power of accounts designated by regulation as Pattern Day Traders (i.e., 4 or more day trades within a 5 business day period) is limited by the lesser of the current or prior day’s closing equity in the securities segment. As such, an election to sweep excess funds to the commodities segment will prevent the inclusion of such funds in this calculation, thereby potentially limiting the capacity to enter new orders. To maximize the use of equity for purposes of entering securities orders, one would need to elect to sweep excess fund to the securities segment.  Note that an election to the securities segment will not impair the ability to enter commodities orders as the pattern day trading rules do not apply to such accounts.
 
2. Insurance – SIPC protection is afforded to assets in the securities segment and there is no commensurate insurance scheme in place for the commodities segment. That being said, balances in excess of the SIPC $250,000 cash sub-limit ($900,000 Lloyd’s cash sub-limit, where applicable) are not afforded coverage. Customers of IB Canada and IB UK are also subject coverage rules as specified by CIPF and the FSCS, respectively.
 
3. Interest Income – all other things being equal, customers are likely to receive the most optimal interest income on long cash balances that have not been partitioned between the securities and commodities segments as they are not aggregated for interest credit purposes (since they are subject to distinct segregation pools and reinvestment rules). This, along with the fact that credits require maintenance of a minimum cash balance and that higher balances are afforded preferential rates are factors to be considered when making a sweep election.2
 
Other Relevant Knowledge Base Articles:
A Comparison of U.S. Segregation Models
 
 
Footnotes:
1As OneChicago single stock futures are a hybrid product jointly regulated by the SEC and CFTC, they can be purchased and sold in either account type. IB, however, conducts such transactions in the securities segment of the Universal account as this is necessary to provide margin relief between the single stock future and any qualifying stock or option position.
 
2Consider, for example, an account which maintains a long USD balance of $9,000 in each of the securities and commodities segments. Depending upon the benchmark Fed Funds Effective rate, the account would be eligible to earn interest on $8,000 ($18,000 - $10,000) if the two balances were held in a single segment, but since balances below $10,000 in either of the two segments are not eligible for interest, could not earn anything without electing a sweep option. Similarly, one would be eligible to earn interest at a higher tier if as a result of a sweep election the account holder was then able to achieve a long USD cash balance above $100,000 in a given segment. For additional information regarding interest calculations including a link to current benchmark interest rates, refer to KB39.

 

Syndicate content